Giovedì, 19 Maggio 2011 14:38

USB lancia la raccolta firme per Legge di Iniziativa Popolare

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Per sostenere il reddito e i consumi dei lavoratori dei dipendenti, dei precari, dei disoccupati



ROMA - L’Italia è un paese per ricchi. Di questo sono convinti i SINDACATI DI BASE che, da anni, conducono una coraggiosa battaglia contro la compressione dei salari, la disuguaglianza sociale, la negazione dei diritti acquisiti. In tal senso, si inserisce la raccolta di firme lanciato appunto da USB per presentare al parlamento una LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE per sostenere il reddito e i consumi dei lavoratori dipendenti, dei precari, dei disoccupati. Sono anni infatti che i redditi dei lavoratori dipendenti, con buona pace dei sindacati concertativi CGIL, CISL e UIL, di CONFINDUSTRIA e dell’apparato politico italiano, non crescono, anzi perdono terreno di fronte all’avanzare dei prezzi, da quelli della benzina e del gasolio a quelli dei generi di prima necessità. Secondo gli ultimi dati elaborati dall’AGENZIA DELLE ENTRATE sulle dichiarazioni dei redditi del 2008, oltre 15 milioni di lavoratori dipendenti, privati e pubblici, guadagnano meno di 1.300 euro netti al mese (anche meno negli enti locali…).

 

La ricchezza vera del paese è detenuta per il 45% dal 10% delle famiglie ed, in particolare, le famiglie dei lavoratori dipendenti hanno perso nel periodo 2008/2010 mediamente oltre 3.300 euro. Le famiglie con a capo un imprenditore o un libero professionista invece hanno guadagnato nello stesso periodo circa 6.000 euro. Una vergognosa disuguaglianza economica che non va solo contro i principi fondamentali della Costituzione Italiana, ma anche a danno della realtà di una paese che non ha alcuna speranza di far rilanciare i consumi e la produzione se tutto resta paralizzato in questo modo. L’attuale struttura del fisco è pensata in gran parte per favorire le aziende e le imprese, producendo una sproporzione abnorme della pressione fiscale per i redditi da lavoro dipendente. Si pensi che dal 1980 al 2008, grazie anche a politiche scellerate che appartengono ad entrambi gli schieramenti politici, le ritenute fiscali operate “alla fonte” sono aumentate per questi redditi dal 40% al 52%, mentre le entrate fiscali provenienti da redditi diversi da quelli da lavoro dipendente sono scesi dal 37% al 24% (alla faccia del meno tasse per tutti di Berlusconiana memoria).

 

Le rendite finanziarie (si legga, speculazione) sono tassate al 12,50, la metà della prima aliquota Irpef per il lavoro dipendente. A questo va aggiunta l’evasione fiscale che genera un buco sul saldo di bilancio stimato in circa 120 miliardi di euro annui, i costi della corruzione che si aggirano intorno ai 50/60 miliardi di euro l’anno (stime Corte dei Conti), e il peso della Chiesa che con sovvenzioni, prebende ed esoneri fiscali anche per le attività commerciali pesa per oltre 6 miliardi di euro. Contro questa situazione di ingiustizia palese a cui dotti economisti, politici e giuristi del lavoro non sanno dare alcuna risposta se non quella di aumentare ancora le tasse ai lavoratori dipendenti e ridurre ancora di più il salario, USB si oppone e lancia una campagna nazionale a sostengo di una legge di iniziativa popolare che tuteli e faccia aumentare in modo significativo i redditi e i consumi di tutti i lavoratori. Si parte il 20 maggio in concomitanza con l’anniversario dello Statuto dei Lavoratori e sarà possibile firmare detta legge in banchetti pubblici disseminati per la città di Roma. Si può avere maggiori informazioni e sostegno contattando di riferimenti al sito www.usb.it. Inutile dire che sarebbe meglio che la firmassero tutti.

Read 3726 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]