Venerdì, 31 Luglio 2015 18:00

Aeroporto Fiumicino. Lavoratori sotto organico abbandonati nel caos

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - L’Unione Sindacale di Base in una nota ha espresso solidarietà ai lavoratori che operano nello scalo aeroportuale di Fiumicino, lasciati soli dalle aziende alla mercé di passeggeri infuriati per lo stato catastrofico in cui versa il primo hub italiano dopo l’ultimo incendio della pineta di Focene ed il black out protrattosi ieri per alcune ore.

“Dipendenti dei check in e dell’area passeggeri di molti dei vettori che hanno cancellato i propri collegamenti sono stati insultati e aggrediti, mentre svolgevano turni di lavoro massacranti per assicurare informazioni e presenza sostenendo,  ancora una volta, una situazione straordinaria”, puntualizza il sindacato. “Lavoratori perennemente in sotto organico, vittime anche dell’inefficienza di un aeroporto non gestito, che ha aperto al traffico low cost abbassando il livello delle prestazioni e servizi a tutti. E’ di queste ore la notizia che, a fronte di tali problemi, la maggiore compagnia aerea italiana minaccerebbe di lasciare lo scalo”.

“Dopo che l’incendio del 7 maggio ha devastato il molo D e il terminal 3, l’aeroporto è ancora in parte inagibile. Si sconta l’assurdo ritardo con cui si sta procedendo alla pulizia e all’agibilità delle zone interdette dall’autorità, con lavoratori che continuano a denunciare malori anche gravi in un ambiente inquinato dalle diossine: in questa situazione ogni granello di sabbia inceppa la catena di un meccanismo già compromesso, figuriamoci un secondo incendio e un black out.   L’USB, ancora una volta in prima linea a denunciare le irregolarità, i ritardi e le inadempienze,  chiede che il Presidente del Consiglio si occupi di vedere com’è gestito questo scalo ed intervenga immediatamente, togliendo dalla luce dei riflettori chi lavora e non alcuna responsabilità del caos di Fiumicino”.

Read 1969 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Ne…

La guerra infuria: il virus occupa Disneyland, il festival di Cannes, la sala Nervi in Vaticano

Il Covis19 si sta impossessando di tutto, in tutto il mondo. Disneyland, tempio del divertimento, chiuso da tempo per evitare assembramenti, è diventato un “centro covid”, dove al posto dei...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Ricerca. Le cellule cancerose vanno in letargo per sfuggire alla chemioterapia

Le cellule cancerose sarebbero in grado di proteggersi in una sorta di letergo, quando sono minacciati dal trattamento chemioterapico. E' quanto emerso in una ricerca apparsa sulla rivista scientifica Cell. 

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]