Mercoledì, 26 Agosto 2015 14:48

Trasporto aereo. 6 settembre sciopero del gruppo Meridianafly Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Quattro ore di stop, dalle 14.00 alle 16.00

ROMA - L’USB Lavoro Privato ha riprogrammato per il prossimo 6 settembre, dalle ore 14.00 alle ore 18.00, lo sciopero di 4 ore del personale del Gruppo MeridianaFly già indetto lo scorso 14 luglio e differito d'ordinanza dal Ministro dei Trasporti Graziano Delrio.

Questa azione di sciopero mantiene tuttora intatte le sue motivazioni, legate allo stato dei rapporti con il personale di questa compagnia. Sono ancora infatti irrisolti i temi del travaso di attività in AirItaly e della pratica insostenibile del job posting, uno degli elementi centrali dell'infinita vertenza di Meridiana.

Allo stesso tempo non si è proceduto ancora ad informare il personale posto in cassaintegrazione a 0 ore, nonostante lavori in basi dove opera a pieno regime la controllata al 100% AirItaly, su come procedere alla riqualificazione e al mantenimento dei propri brevetti, licenze e attestati.

Inoltre il personale operativo è oggetto di forzature e violazioni sulle vigenti norme contrattuali, tese a contenere il numero degli addetti in turno e quindi a porre un numero massimo di personale in cassa integrazione, anche con ritorsioni disciplinari che non solo ledono il diritto al rispetto del contratto di ogni singolo, ma sono insopportabili in una compagnia che ad oggi ancora dichiara centinaia di esuberi.

Le ultime notizie relative alla possibile chiusura della base di Cagliari e l'abbandono delle rotte operate da questo scalo in Continuità Territoriale 2 non aiutano certo il miglioramento del clima fra il personale già provato dalla battaglia contro i licenziamenti. Per capire la fondatezza di informazioni così preoccupanti l’USB Lavoro Privato ha chiesto un incontro in azienda.

L’ USB Lavoro Privato ha dato la propria disponibilità a percorrere la strada negoziale, con l'obiettivo di affrontare i grandi temi sul tappeto procedendo sul terreno del recupero del lavoro ed il rilancio dell'azienda in un'ottica unitaria. L'uscita dal tunnel che ha ingoiato questo gruppo in tanti anni di gestione scellerata la si trova solo recuperando il rapporto con le proprie maestranze, smettendo di brandire licenziamenti o sanzioni e di “giocare” col dualismo aziendale.

Spetta all'azienda decidere se continuare nello stesso vecchio modo oppure cambiare finalmente registro.

Read 2169 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]