Martedì, 06 Ottobre 2015 17:37

Alitalia Maintenace Systems. Rischio svendita. L’allarme dell’USB

Scritto da
Rate this item
(1 Vote)

ROMA - Alitalia Maintenace Systems è fallita il 30 settembre scorso. L'azienda potrebbe essere messa in liquidazione e da oggi, se non arriveranno in tempi brevi le mediazioni attese, i suoi 240 dipendenti sono più vicini al baratro della disoccupazione. E’ l’allarme lanciato dal sindacato USB.

“Per lasciare accesi i riflettori e la speranza in AMS, - annuncia in una nota il sindacato - è stato stabilito un calendario di iniziative: domani appuntamento in piazza di Monte Citorio, alle ore 16.00, mentre venerdì 9 presidio presso il MISE, dalle ore 10.00”.

  

Entrano ora in gioco i curatori fallimentari nominati dal Tribunale di Roma, ai quali è stato richiesto un incontro da parte sindacale, ed è attesa in settimana la prosecuzione degli incontri già avviati presso il MISE con il Ministro Guidi, con Alitalia Sai e con Atitech per analizzare le manifestazioni di  interesse espresse in questi giorni, e già largamente pubblicizzate, dal presidente di Atitech Lettieri.

Secondo l’USB Lavoro Privato, mentre deve essere immediatamente preso in considerazione il tema degli ammortizzatori sociali, bisogna al contempo vagliare ogni soluzione di rilancio, attraverso l'intervento del Governo,  inquadrandola in una prospettiva mirata alla creazione di un polo italiano per le manutenzioni aeronautiche di alto valore.

Alitalia Maintenance Systems è infatti un'eccellenza nel settore ed  è una società ancora appetibile, anche perché si trova nel territorio di Fiumicino Hub di Alitalia Sai, attualmente legata ad AMS da un contratto di servizio; ma potrebbe offrire le sue prestazioni a tutti gli altri vettori che operano al Leonardo da Vinci ed anche diversificare prodotti ad alta tecnologia.

Se non si arrivasse in tempi brevi ad una svolta, Alitalia Sai potrebbe essere uno degli attori per cambiare il destino di AMS. Ma c'è anche la possibilità di sondare l’interesse da parte di grandi gruppi industriali internazionali che si occupano di manutenzione aeronautica.

Nell'ultimo periodo l’USB ha espresso il massimo allarme per l'inconsistenza delle promesse fatte fino ad oggi e per le responsabilità assunte in questi anni da tutte le parti coinvolte, che ora mettono i lavoratori AMS davanti all'emergenza.

Molto di ciò deriva dalla disgregazione del gruppo Alitalia Lai nel 2008 e proprio in questi giorni si affronta la terribile situazione di migliaia di lavoratori dell'ex gruppo Alitalia, abbandonati nell'indifferenza riguardo al problema della loro ricollocazione.

Partire dunque da AMS per ridare speranza e prospettive di lavoro a tutti i reduci del disastro Lai è  l'intervento che il Governo è chiamato a fare per non lasciare tutto il settore nel declino che ora sta subendo.    

Read 1810 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]