Martedì, 31 Maggio 2011 08:26

Sciopero Metropolitano contro il Bilancio ‘Lacrime e Sangue’ di Alemanno. IL VIDEO

Scritto da
Rate this item
(2 votes)

ROMA - Numerosi i cori e gli slogan che hanno caratterizzato questa bella manifestazione di lavoratori e cittadini, primo fra tutti “Bella ciao”.


USB, Cobas e la Rete Roma Bene Comune, in concomitanza con lo sciopero metropolitano, hanno dato vita ad un clorato e sentito corteo.
Oggi a Roma hanno incrociato le braccia, i lavoratori Atac, Acea, Ama, i dipendenti Capitolini, le cooperative sociali e tutte quelle aziende interessate ai tagli previsti dal piano della giunta Alemanno.
ROMA NON È UNA DISCARICA. LIBERIAMOLA DAI RIFIUTI, recitava lo striscione delle educatrici e maestre del Comune di Roma, che armate di scopa hanno sfilato in corteo accanto ai tranvieri e agli operatori ecologici, con i lavoratori del Teatro dell’Opera e gli operatori sociali, i dipendenti del Comune e della Farmacap, i comitati di lotta degli appalti Atac ed i movimenti per il diritto all’abitare, i Blocchi Precari Metropolitani ed i sostenitori del referendum per l’acqua pubblica e contro il nucleare. Tutti uniti nella rete Roma Bene Comune, con l’obiettivo di ribaltare le politiche ed il modo di gestire il patrimonio comune nella città. A dare solidarietà ai lavoratori contrari alle privatizzazioni, anche i lavoratori ex Alitalia, cassa integrati e precari, che stanno pagando sulla loro pelle le drammatiche conseguenze derivate dalla vendita della ex compagnia di bandiera.


Un Bilancio ‘Lacrime e Sangue’ quello in discussione dalla giunta Alemanno. A risentire le ripercussioni di questo piano scellerato - dicono gli autoferrotranvieri dell’Atac - oltre ai lavoratori, saranno anche i cittadini, visto che quasi sicuramente saranno tagliate le linee poco redditizie a discapito della circolazione cittadina.
I fumogeni hanno colorato l’arrivo al Campidoglio, uno striscione con scritto ‘Contro il bilancio criminale resistenza sociale’ ha attraversato l’immensa statua di Marco Aurelio .
Applausi per gli interventi dei coordinatori della manifestazione, che hanno ringraziato i lavoratori e i cittadini presenti nella piazza.
Nell’attesa che la delegazione salisse, canti e slogan ‘”Roma Libera”, “ Alemanno Vattene”.
Il vento di cambiamento dei fratelli del deserto sta arrivando anche qui, gridava al megafono un lavoratore.
Oggi a Roma soffiava un vento africano, caldo, come la passione di migliaia di persone.

IL VIDEO

Read 7186 times Last modified on Martedì, 31 Maggio 2011 19:20

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Intervista a Pier Francesco Geraci: Ratemeup il tool per valutare (bene) il tuo …

Come valutare se la vostra azienda sta sfruttando al massimo il potenziale del digital marketing? A rispondere è Pier Francesco Geraci, CEO di Traction, società leader nel performance marketing che lancia...

Giuseppe Giulio - avatar Giuseppe Giulio

Università Sapienza. Nasce Techne e la gestione diventa ISO 9001

Il Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco, l’espressione di una eccellenza tra ricerca e didattica dal respiro internazionale 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]