Martedì, 03 Novembre 2015 20:19

Michelin annuncia 578 tagli con chiusura fabbrica a Fossano Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

TORINO - La Michelin vara il piano strategico 2016-2020, che prevede il taglio di 578 posti di lavoro in Italia e la chiusura entro il prossimo anno dello stabilimento di Fossano, in provincia di Cuneo.

Immediata la risposta dei sindacati: domani quattro ore di sciopero per ogni turno di lavoro e manifestazione con il segretario della Fiom-Cgil, Maurizio Landini. Il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, che nei prossimi giorni incontrerà l'azienda, esprime "viva preoccupazione per le sorti delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti". Chiede un tavolo nazionale il M5S, mentre il responsabile lavoro di Sinistra Ecologia Libertà Giorgio Airaudo invita il premier Matteo Renzi a "fermare le chiusure che si susseguono anziché fare propaganda". "Questo è in assoluto il giorno più brutto da quando ho iniziato il mio impegno di sindaco", scrive su Facebook il sindaco di Fossano Davide Sordella che invita istituzioni nazionali e locali "a lavorare tutti insieme" per dare una risposta alle famiglie dei 400 lavoratori dello stabilimento.

Gli esuberi indicati dall'azienda in Italia sono 400 a Fossano, 120 a Torino, 30 ad Alessandria e 28 a Tribano (Padova). Michelin, che in Italia ha oltre 4 mila dipendenti e realizza più del 10% della sua produzione europea, "si impegna ad assistere personalmente ogni dipendente nel trovare un impiego alternativo e implementerà un innovativo programma di supporto al ritorno al lavoro" che verrà "messo a punto con i sindacati nel corso delle prossime settimane". L'azienda spiega che "per affrontare i cambiamenti di mercato e mantenere una forte base in Italia, ha implementato un piano strategico quinquennale che sarà supportato da un investimento di 180 milioni di euro per sviluppare i volumi di gomme per camion, auto e van entro il 2018". E' previsto il rafforzamento dei siti di Cuneo e Alessandria", dove lavorano rispettivamente più 2 mila e più di 800 dipendenti. Michelin, che impiega oltre 65 mila dipendenti e ha 40 siti produttivi in Europa, vuole chiudere anche gli stabilimenti di Oranienburg (Germania) e Ballymena (Uk). Il piano prevede 265 milioni di investimenti "per modernizzare le fabbriche e il network logistico in questi Paesi". La riorganizzazione costringerà Michelin a registrare in bilancio una svalutazione di 280 milioni di euro delle sue attività.

Read 2193 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Vaccini Genetici: Una tecnologia da tenere d'occhio

La rivista di divulgazione "Scientific American" ha incluso i vaccini genetici nelle "Dieci tecnologie da tenere d'occhio". La ricerca di nuove strategie di vaccinazione deve tenere in considerazione non solo l'efficacia...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]