Lunedì, 09 Novembre 2015 15:23

Acqua. Bollette sotto la lente del Consiglio di Stato

Scritto da

Codacons: “Se tariffe irregolari  le società che gestiscono la fornitura  alle famiglie saranno chiamate a restituire circa 400 milioni di euro ai cittadini”

ROMA - "Se sarà accertata l'irregolarità dell'applicazione in bolletta degli oneri finanziari, le società che gestiscono la fornitura di acqua alle famiglie saranno chiamate a restituire circa 400 milioni di euro ai cittadini, derivanti dall'illecito inserimento in fattura di una voce abrogata dal referendum". Ad affermarlo è il Codacons annunciando che "il Consiglio di Stato, accogliendo le tesi dell'associazione dei consumatori, sottoporrà a verifica i criteri tariffari del servizio idrico al fine di verificare se essi reintroducano in via surrettizia il criterio 'dell'adeguatezza della remunerazione del capitale investito', previsto dal d.lgs. n. 152 del 2006 ma abrogato dal referendum del 12 e 13 giugno 2011". Il Codacons evidenzia quindi che "sarà presente con i propri esperti mercoledì all'apertura della Ctu" e "pubblicherà a breve sul proprio sito internet il modulo che le famiglie possono inviare al proprio gestore per bloccare la prescrizione e far valere i propri diritti, in attesa delle decisioni del Consiglio di Stato". "Con l'ordinanza interlocutoria n. 4745/2015 il Consiglio di Stato ha infatti disposto una consulenza tecnica d'ufficio -spiega l'associazione dei consumatori- al fine di svolgere accertamenti sull'attendibilità e ragionevolezza tecnica della voce tariffaria inserita in bolletta e relativa alla copertura degli oneri finanziari in materia di servizio idrico integrato, approvata dall'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico nel dicembre 2012". "La questione -ricorda il Codacons- nasce da un ricorso presentato dal Codacons al Tar della Lombardia, in cui si contestava la legittimità delle tariffe volte a coprire i costi sostenuti dai gestori del servizio idrico integrato, nella misura in cui esse non si limitino alla mera copertura dei costi derivanti dagli investimenti, ma inglobino nella misura forfettaria del 6% oltre gli oneri fiscali, i cd. 'oneri finanziari'.

"Il Consiglio di Stato (Presidente Luciano Barra Caracciolo, Relatore Bernhard Lageder), esaminati i motivi di ricorso proposti dal Codacons, -continua il Codacons- si è convinto della necessità di verificare 'attendibilità e ragionevolezza tecnica' della voce tariffaria relativa alla copertura degli oneri finanziari - onde valutarne la conformità al vigente assetto normativo quale scaturito dall'esito referendario, non potendo tale componente tariffaria più essere improntata al criterio 'dell'adeguatezza della remunerazione del capitale investito', bensì al criterio, diverso e più restrittivo, della copertura integrale dei costi (segnatamente, per quanto qui rileva, dei costi del capitale proprio investito)' ed ha affidato una consulenza tecnica ad un Collegio peritale costituito da tre professori". "La Ctu disposta al Consiglio di Stato costituisce una premessa importante per pervenire all'accertamento di quanto sostenuto in giudizio dal Codacons, ovvero -spiega l'associazione dei consumatori- che i criteri tariffari deliberati da Aeeg si pongono in contrasto con l'odierno assetto normativo risultante dal referendum abrogativo del 12 e 13 Giugno 2011 con cui è stato espunto dall'ordinamento il criterio 'dell'adeguata remunerazione del capitale investito' di cui all'art. 154 co. 1 d. lgs.vo 152/2006".

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]