Venerdì, 17 Giugno 2011 23:39

Rappresentanza sindacale. Soffia il vento della democrazia

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA -   “E’ necessario un fronte comune per portare la democrazia nei posti di lavoro” questo, il punto cruciale , evidenziato durante il convegno “Vento di democrazia. Una proposta per il lavoro” che si è svolto oggi presso il CNEL di Roma. Al Consesso, erano presenti il Forum Diritti/Lavoro, l’Unione Sindacale di Base insieme a costituzionalisti, giuristi e agli altri promotori della campagna di raccolta firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare “CARTA DEI DIRITTI DEMOCRATICI E DI RAPPRESENTANZA DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI”, attualmente in corso nei luoghi di lavoro in tutta Italia.



Giorgio Cremaschi, Presidente del Comitato Centrale FIOM, nel suo intervento ha sottolineato la necessità di unire le forze fra le organizzazioni sindacali che praticano il conflitto. A tal fine, Cremaschi, ha firmato la proposta di legge.
Uguale sostegno è giunto da Cesare Salvi, FdS, e Alfonso Gianni di SEL.

Tutti i partecipanti hanno condiviso lo spirito alla base della proposta di legge, che mira a restituire ai lavoratori i diritti democratici e di rappresentanza.
Al fine di costruire un fronte comune si è individuato nel Forum Diritti/Lavoro un importante strumento da ampliare, rendendolo un vero e proprio “bene comune” dei lavoratori.
Gianni Ferrara, Professore Emerito di Diritto Costituzionale, si espresso contro “la devastazione di democrazia avvenuta negli ultimi vent’anni”, affermando che: “Il sindacato è uno strumento che deve far verificare i suoi risultati e la sua attività. Su questo si fonda il mandato”. Il Professore, ha anche posto l’accento sull’importanza di sostenere la raccolta di firme per il referendum di abrogazione dell’attuale legge elettorale, in favore di un sistema proporzionale”.
Sono, inoltre, intervenuti Francesco Bilancia, Prof. di diritto costituzionale; Franco Liso, Prof. dell’Università la Sapienza di Roma; gli avvocati del Forum Diritti/Lavoro Carlo Guglielmi, che ha introdotto il convegno, Riccardo Faranda e Arturo Salerni; Stefano D’Errico, Coordinatore nazionale Cib-Unicobas; Giovanni Naccari, Presidente dell’Associazione per i Diritti Sociali e di Cittadinanza.

“La ‘Carta dei diritti’ sarà portata all’attenzione di tutte le forze politiche- ha rilevato nel suo intervento, Pierpaolo Leonardi, consigliere CNEL e membro dell’Esecutivo confederale USB, “I lavoratori, firmando la legge, chiedono essere ascoltati. Il Parlamento dovrà dare seguito a questa richiesta”, ha chiosato Leonardi.

Read 3533 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]