Giovedì, 19 Maggio 2016 16:55

Pensionati in piazza.A un passo dallo sciopero generale. LE FOTO

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Questa volta i pensionati non ci stanno e sono decisi a tener la testa alta su questa battaglia di dignità. Non sono per nulla disposti a continuare ad essere "l'unico ammortizzatore sociale del Paese" nè "il bancomat del governo”.

Lo hanno ripetuto da Roma, in una gremitissima manifestazione a Piazza del Popolo: ”siamo in 60 mila" dicono gli organizzatori, tra bandiere, palloncini, tamburi e tanti slogan all'indirizzo del governo con cui i sindacati si incontreranno il 24 maggio prossimo. Un round atteso da oltre un anno che Cgil Cisl e Uil sperano faccia finalmente chiarezza delle tante indiscrezioni circolate in questi mesi sull'intervento con cui l''esecutivo intende rimettere mano alla legge Fornero e avviare un confronto reale. 

Ma il tema è da alta tensione, sul tavolo non solo la flessibilità in uscita e le eventuali penalizzazioni con cui consentire il pensionamento anticipato di lavoratori ma anche tutti gli interventi per tutelare il potere d'acquisto dei pensionati e quelli con cui assicurare un ingresso al lavoro e alla pensione ai giovani, oltre al capitolo ''reversibilità''. E' lo Spi Cgil di Ivan Pedretti ad accendere la miccia: "senza risposte dal governo chiederemo a Cgil, Cisl e Uil di andare avanti fino allo sciopero generale", dice. Un tasto delicato, questo, che infatti ricomincia ad incrinare il fronte unitario dei sindacati: Cgil e Uil lo ritengono inevitabile mentre la Cisl frena. ''Senza risposte è ragionevole pensare ad uno sciopero generale'', dice il leader Cgil Susanna Camusso. ''Le cose si fanno così, manifestando e scioperando se le risposte non ci sono'', aggiunge. In sintonia la Uil di Carmeno Barbagallo: "è'' l'ultima cosa da fare ma, se necessario e se dal governo non arrivano risposte, lo sciopero generale è inevitabile", dice. "Certo, prima si fanno le piattaforme, poi si presentano, poi si cercano soluzioni ma alla fine, senza risposta, non c'è altro da fare: cosa gli diciamo a chi aspetta la flessibilità, ai pensionati che aspettano assegni equi e ai giovani che aspettano la staffetta generazionale?", conclude. 

La priorità, comunque, ribadisce il leader della Cisl Anna Maria Furlan, "è creare un sistema pensionistico dignitoso per i tanti che non arrivano a fine mese e che tenga conto del fatto che lavorare fino a 66 anni non è possibile per tutti''. E la flessibilità in uscita dovrà rispondere per il sindacato a questa esigenza ma senza penalizzazioni. 'E'' una strada poco praticabile, questa, perchè le pensioni medie sono già molto basse'', conclude. 

FOTO DI LUCIANO DI MEO

Read 2149 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]