Venerdì, 27 Maggio 2016 11:58

Istat: Fiducia dei consumatori in calo. Non potrebbe essere diversamente

Scritto da

Il Governo intervenga con urgenza, convogliando le risorse pubbliche in piani di investimento e modernizzazione. "Continua a calare la fiducia delle famiglie." Ad attestare l'ennesimo dato negativo è ancora l'Istat, che aggiunge: "I giudizi e le attese sulla situazione economica del Paese peggiorano così come le aspettative sulla disoccupazione."

Un dato inevitabile, vista la situazione di profonda crisi in cui ancora versano le famiglie. Il loro potere di acquisto non accenna a risalire, la domanda interna nel triennio 2012-2013-2014 ha segnato una contrazione del -10,7%, con una diminuzione complessiva della spesa delle famiglie di circa 78 miliardi di Euro, mentre la disoccupazione si trova ancora su livelli allarmanti, specialmente quella giovanile. Ci sarebbe da sorprendersi se la fiducia dei consumatori non fosse in calo.

"Questo dato deve far riflettere molti, in primis il Governo, che è ora chiamato ad agire concretamente per avviare una ripresa finora solo annunciata." - dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef. Si abbandoni il megafono e si lavori per la realizzazione di un Piano Straordinario che, attraverso il rilancio dell'occupazione, sia in grado di dare nuovo impulso e nuove prospettive al nostro sistema economico.

Un piano che dovrà convogliare le risorse pubbliche (anche ricorrendo alla vendita del 10% delle riserve auree) in investimenti per lo sviluppo tecnologico e la ricerca;  la realizzazione di opere di messa in sicurezza di scuole e ospedali;  la modernizzazione di infrastrutture, reti e trasporti;  l'avvio di un programma per lo sviluppo e la valorizzazione dell'offerta turistica nel nostro Paese. Creare occupazione e operare una redistribuzione dei redditi sono passi fondamentali per la ripresa della nostra economia. Non dimentichiamo, infatti, che sui bilanci e sulle prospettive delle famiglie pesano figli e nipoti disoccupati, con una ricaduta che abbiamo calcolato ammonti a circa 400-500 Euro al mese. Dare un futuro a questi giovani significa, quindi, non solo riaccendere speranze ed ambizioni, ma anche rimettere in moto un sistema economico che da troppi anni è alle prese con una forte crisi della domanda.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]