Venerdì, 21 Ottobre 2016 11:32

Sciopero generale contro Renzi e le politiche liberiste

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - "È cominciata già nella tarda serata di ieri, con iniziative in diversi snodi strategici del Paese, la mobilitazione per lo sciopero generale indetto oggi da USB, Unicobas e USI contro il governo Renzi e la sue controriforme.

Intorno alla mezzanotte, in alcune città come Roma e Bologna, studenti e precari sono andati portare solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori dei supermercati Carrefour che restano aperti tutta la notte. A Roma un corteo di circa 100 giovani si è poi snodato nelle strade del quartiere San Lorenzo, lanciando slogan contro la precarietà della vita e del lavoro e contro la cultura della produzione e del consumo H24. 

A Piacenza, snodo strategico per la logistica dove alcune settimane fa è stato ucciso Abd El Salam, operaio e delegato USB travolto da un camion durante una manifestazione sindacale, sono cominciati all'alba i picchetti per bloccare i camion ed i magazzini/parcheggio della GLS sono vuoti. Da questa mattina alle 6.00 - fa sapere l’Usb - è stato bloccato lo snodo strategico per la logistica di tutto il Meridione a Nola (Napoli) con centinaia di Tir bloccati: all'interporto di Nola, i lavoratori della logistica sono in picchetto insieme a quelli di Almaviva, licenziati Fiat, precari, bloccando la circolazione delle merci. Intanto in moltissime città stanno partendo le manifestazioni territoriali indette oggi per lo sciopero".  

Anche a Napoli si protesta contro "le politiche del Governo Renzi”. Ad aprire il corteo uno striscione con la scritta: "Il nostro No sociale, sciopero generale contro il Governo Renzi". Fanno parte del corteo anche i collettivi studenteschi e i centri sociali come Insurgencia, l'ex Opg occupato Je so pazzo. Gli studenti espongono striscioni contro la riforma della scuola, dicono "No a presidi sceriffi". Tra gli striscioni anche alcuni contro il referendum costituzionale del 4 dicembre. Tra questi uno con la scritta: "Da Napoli a Milano, cambiamo il sistema non la Costituzione. No al referendum'. 

"Sara' la giornata dello sciopero in opposizione al governo Renzi, dove a partire dai posti di lavoro fino alle scuole e ai quartieri si produrranno iniziative di lotta e di mobilitazione per generalizzare il rifiuto verso il PD e le sue politiche" spiega in una nota l’Usb.  

Read 2583 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo d…

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo di prova per valutare l’efficacia delle mascherine chirurgiche

Dai laboratori la sperimentazione di un metodo di prova per valutare in maniera fisica l’efficacia e contrastare l’emergenza 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]