Martedì, 25 Aprile 2017 11:31

Jobs Act: ecco chi ha trovato lavoro

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Con l’avvento del jobs act gli impiegati, le segretarie, i cuochi, i camerieri, i baristi, gli agenti assicurativi e finanziari sono le professioni che hanno subito gli incrementi occupazionali più importanti. 

Per contro, invece, i camionisti/autisti, gli operai/artigiani specializzati nelle rifiniture e nelle costruzioni (posatori di piastrelle e di tegole, i vetrai, gli idraulici, gli elettricisti, i serramentisti, etc.), i collaboratori domestici non qualificati, i sarti  e gli operai del tessile/abbigliamento, i bancari e i periti in campo ingegneristico/edilizio sono i mestieri  che hanno subito le contrazioni più preoccupanti.

Grazie alla realizzazione di un vero e proprio  “borsino delle professioni”, l’Ufficio studi della CGIA ha elaborato una graduatoria dei lavori “top & down”  maturata tra il 2014 e il 2016. Un periodo, quest’ultimo, che è stato contrassegnato, in particolar modo,  dalle novità introdotte nel mercato del lavoro sia dal jobs act sia dagli sgravi contributivi temporanei rivolti alle imprese che nel biennio 2015/2016 hanno assunto lavoratori dipendenti a tempo indeterminato. Questa analisi, fa sapere la CGIA, include tutti i nuovi occupati; siano essi subordinati o autonomi/partite Iva.

Per garantire una adeguata rappresentatività statistica in questa analisi sono state considerate solo le professioni con almeno 100.000 occupati (si tratta di circa l’87 per cento del totale degli occupati e di 58 professioni su 129 presenti in Italia). 

“In questi ultimi decenni abbiamo registrato un progressivo invecchiamento della popolazione lavorativa e contestualmente una presenza sempre più massiccia di lavoratori stranieri con minore cultura del lavoro. Tutto ciò – dichiara il coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA Paolo Zabeo – ha cambiato il volto delle nostre maestranze; se da un lato abbiamo guadagnato in termini di esperienza  e saper fare, dall’altro scontiamo un deficit di vivacità, di entusiasmo, di energie fisiche e mentali”.

E l’artigianato, sfortunatamente, è tra i settori più in difficoltà.

“Purtroppo – dichiara il segretario della CGIA Renato Mason - ci preoccupa lo stato di salute di alcune professioni storiche dell’artigianato che ormai stanno scomparendo. Vuoi per le profonde trasformazioni che i rispettivi settori stanno subendo o per il fatto che i giovani non si avvicinano più a questi mestieri. I barbieri, i calzolai, i fabbri, i fotografi gli ottici o i corniciai, ad esempio, sono in via di estinzione e oltre a perdere saperi e conoscenze che non recupereremo mai più, la chiusura di queste attività sta peggiorando il volto urbano dei nostri paesi e delle nostre città.”

Le professioni “top”

Come dicevamo, tra il 2014 e il 2016 gli impiegati alla segreteria sono aumentati di 118.300 unità (+10,7 per cento). Seguono i cuochi, i camerieri e i baristi che hanno registrato un incremento in termini assoluti di 110.400 unità (+10,6 per cento) e gli agenti assicurativi/bancari, con 64.000 addetti in più (+20,2 per cento). Appena fuori dal podio troviamo i facchini, gli imballatori e gli addetti alle consegne, con un variazione degli occupati pari a +61.900 (+14,8 per cento) e gli analisti gestionali/di mercato e pubbliche relazioni che sono cresciuti di 54.600 unità (+12,2 per cento).

Le professioni “down”

Nel periodo preso in esame, il mestiere più in difficoltà è stato quello dell’autista: alla guida di bus e mezzi pesanti abbiamo perso 38.700 professionisti della strada (- 7 per cento). In grosse difficoltà anche i mestieri legati al mondo dell’edilizia: tra il 2014 e il 2016 gli artigiani e gli operai specializzati nelle rifiniture (come i posatori di piastrelle e di tegole, gli idraulici, gli elettricisti, i serramentisti e gli addetti ai sistemi di coibentazione) sono diminuiti di 36.100 unità (-8,5 per cento). Forte caduta numerica anche dei collaboratori domestici non qualificati per servizi alla casa (non per l’assistenza) che sono scesi di 32.800 unità (-6,7 per cento). Gli accompagnatori delle persone disabili, gli addetti alla formazione e all’orientamento dei giovani hanno subito una contrazione di 22.600 unità (-12,8 per cento). In difficoltà, infine, anche i tecnici in campo ingegneristico: come i periti/tecnici meccanici, elettrotecnici, elettronici e quelli occupati nel settore delle costruzioni (-17.000 pari a  -3,8 per cento).

Ricordando che la prima parte del jobs act è entrata in vigore  nel marzo del 2015 e l’esonero contributivo per i neo assunti a tempo indeterminato sempre all’inizio di quell’anno, tra il 2014 e il 2016 gli occupati in Italia sono aumentati di quasi 479.000 unità (+2,1 per cento). La platea complessiva di coloro che lavorano, invece, ha raggiunto quota 22.757.800 addetti (sono inclusi sia i dipendenti che gli autonomi).

Le 10 professioni in crescita e in declino negli ultimi due anni (*)

(stima della variazione del numero di occupati tra 2014 e 2016; ordinati in base a var. assoluta)

 

DESCRIZIONE DELLA PROFESSIONE

2016 (migliaia)

Var. ass.
2016-2014
(migliaia)

Var. % 2016/
2014

 

 

 

 

 

 

                                       IN CRESCITA

1

Impiegati a segreteria/affari gen. (segretarie, dattilografi, addetti al protocollo…)

1.223,4

+118,3

+10,7

2

Esercenti ed addetti nelle attività di ristorazione (cuochi, camerieri, baristi ecc.)

1.150,2

+110,4

+10,6

3

Tecnici delle attività finanziarie/assicurative 

(agenti assicurativi, tecnici bancari, periti/liquidatori, agenti di borsa ecc.)

381,0

+64,0

+20,2

4

Facchini, imballatori, addetti alle consegne

480,2

+61,9

+14,8

5

Specialisti gestionali 

(analisti gestionali, dei mercati, delle pubbliche relazioni, immagine ecc.)

502,4

+54,6

+12,2

6

Imprenditori e responsabili di piccole aziende (non artigiane)

377,8

+41,6

+12,4

7

Meccanici artigianali, montatori, riparatori e manut. auto/macchine fisse/ mobili

428,1

+38,9

+10,0

8

Baby sitter, badanti e personale qualificato di assistenza nei servizi personali

505,6

+33,5

+7,1

9

Specialisti in scienze (fisici, chimici, matematici, progettisti software, geologi ecc.)

239,1

+32,2

+15,6

10

Specialisti in scienze giuridiche (procuratori, avvocati, notai, magistrati ecc.)

255,8

+30,5

+13,5

         
 

                                         IN DECLINO

10a

Insegnanti di scuola primaria, pre–primaria e professioni assimilate

464,6

-12,6

-2,6

9a

Militari delle forze armate (non ufficiali, non sergenti, non marescialli ecc.)

102,2

-13,8

-11,9

8a

Operai addetti all'assemblaggio di prodotti industriali

171,8

-15,0

-8,0

7a

Artigiani ed operai specializzati del tessile/abbigliamento 

(tessitori, sarti, pellicciai, tappezzieri ecc.)

176,9

-15,7

-8,2

6a

Impiegati agli sportelli e ai movimenti di denaro 

(sportelli bancari/assic./postali/ per esazione imposte, recupero cred. ecc.)

163,8

-16,2

-9,0

5a

Tecnici in campo ingegneristico 

(elettrotecnici, risparmio energetico/energie rinn., disegnatori industr.) 

428,7

-17,0

-3,8

4a

Specialisti per sogg. divers. abili, esperti nella progettazione formativa, consiglieri dell'orientamento ecc. 

153,6

-22,6

-12,8

3a

Collaboratori domestici non qualificati per servizi alla casa (non per l'assistenza)

459,0

-32,8

-6,7

2a

Artigiani/operai specializzati nelle rifiniture/costruzioni (copritetti, posatori, vetrai, idraulici, elettricisti, installatori di infissi ecc.)

388,0

-36,1

-8,5

1a

Camionisti, autisti di autobus ecc., conduttori di auto ecc.

510,7

-38,7

-7,0

         
 

                                         TOTALE OCCUPATI

22.757,8

+478,9

+2,1

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati Istat (**)

(*) Per garantire una adeguata rappresentatività statistica sono state considerate le professioni a 3 digit (CP2011) con almeno 100 mila occupati (si tratta di circa l’87% del totale occupati e di 58 professioni su 129). (**) Dati ottenuti come medie trimestrali di microdati Istat; si tratta di stime, in quanto a partire dal primo trimestre 2014 l’Istat fornisce micro-dati pubblici sulla Rcfl basati su un sotto-campione pari a circa i due terzi del campione osservato nell’indagine.

NOTA - DESCRIZIONE PRIME 10 PROFESSIONI IN CRESCITA E IN DECLINO 

10 PROFESSIONI IN CRESCITA

1 - Impiegati a segreteria/affari generali:le professioni classificate in questa classe eseguono una vasta gamma di compiti d'ufficio e di supporto amministrativo secondo le procedure stabilite. Preparano lettere e documenti di natura ordinaria seguendo indicazioni predefinite; gestiscono la posta in entrata e in uscita, gli appuntamenti dei superiori; rispondono alle richieste telefoniche o telematiche direttamente o inoltrandole alla persona interessata (cod prof 411).

2 – Esercenti ed addetti nelle attività di ristorazione: le professioni comprese in questa classe definiscono, pianificano, implementano e gestiscono le strategie e le politiche di vendita di ristoranti, bar, fast food, pizzerie ed altre attività di ristorazione di piccole dimensioni; accolgono, assistono, consigliano, informano e servono gli avventori; cucinano e preparano cibi e bevande su ordinazione diretta del cliente e per la grande ristorazione (cod prof 522).

 

3 – Tecnici delle attività finanziarie/assicurative:le professioni comprese in questa classe assistono gli specialisti nella gestione finanziaria di imprese, organizzazioni, banche ed assicurazioni; nell’erogazione al pubblico di servizi bancari e assicurativi; le famiglie nei loro investimenti finanziari; stimano e liquidano danni e calcolano rischi per le imprese assicurative e le banche; intermediano titoli e contratti (cod prof 332).

4 – Facchini, imballatori, addetti alle consegne:le professioni classificate nella classe svolgono attività manuali di facchinaggio e di spostamento delle merci di ausilio nelle attività dei magazzini e nelle attività di consegna delle merci e materiali (cod prof 813).

5 – Specialisti gestionali:le professioni comprese in questa classe conducono ricerche ovvero applicano le conoscenze esistenti in materia di gestione e controllo delle attività organizzative delle imprese e della pubblica amministrazione; di organizzazione del lavoro e gestione del personale; di gestione finanziaria e contabile delle imprese pubbliche e private; di approvvigionamento e commercializzazione dei beni e dei servizi; di comunicazione e rappresentazione esterna ed interna dell’immagine dell’impresa o di altri soggetti (cod prof 251).

6 – Imprenditori e responsabili di piccole aziende (non artigiane):le professioni comprese in questa classe sono a capo di piccole imprese di cui definiscono, pianificano, implementano e gestiscono le politiche e le strategie di produzione e ne valutano i risultati; negoziano con i fornitori e i clienti, programmano e controllano l’uso efficiente delle risorse; reclutano personale e definiscono i processi di innovazione organizzativa e produttiva. Tali attività sono esercitate in imprese che dispongono di un apparato organizzativo semplice, che non prevede livelli intermedi di coordinamento (nessun direttore che coordina strutture dirigenziali) a supporto dell’imprenditore o del responsabile nella sua attività. Le professioni comprese in questa classe possono essere saltuariamente impegnate nel processo di produzione di beni o di fornitura di servizi (cod prof 131).

7 – Meccanici artigianali, montatori, riparatori e manutentori di auto/macchine fisse/mobili: le professioni comprese in questa classe costruiscono artigianalmente, riparano, montano, manutengono e collaudano veicoli e i loro motori, macchinari industriali, macchine frigorifere e apparecchi termici e idraulici (cod prof 623).

8 - Baby sitter, badanti e personale qualificato di assistenza nei servizi personali: le professioni comprese in questa classe erogano servizi di cura della persona, di compagnia e di aiuto domestico alle famiglie, di assistenza a domicilio e nelle istituzioni alle persone che necessitano di aiuto (cod prof 544).

9 – Specialisti in scienze (fisici, chimici, matematici, progettisti software, geologi ecc.): le professioni comprese in questa classe contribuiscono ad ampliare la conoscenza scientifica conducendo ricerche e sperimentazioni nei campi della fisica meccanica e della materia, della termodinamica, dell’ottica, dell’acustica, dell’elettricità e dell’elettronica, del magnetismo, della fisica nucleare e delle particelle; della matematica e delle sue applicazioni; nei diversi settori della chimica; dell’astronomia; della meteorologia; della geologia e della geofisica, nonché nei campi delle scienze dell'informazione e della telematica. Applicano e rendono disponibili tali conoscenze per la produzione di beni e servizi, la ricerca scientifica, la navigazione e l’esplorazione dello spazio, le telecomunicazioni (cod prof 211).

10 – Specialisti in scienze giuridiche: le professioni comprese in questa classe conducono ricerche e approfondiscono questioni legali, normative e regolamentari; forniscono consulenze in materia legale a persone ed organizzazioni; tutelano e garantiscono la pubblicità, la liceità e l’autenticità degli atti tra vivi; esercitano l’azione penale a tutela dei cittadini; giudicano e applicano la legge nel processo penale, civile e amministrativo (cod prof 252).

10 PROFESSIONI IN DECLINO

1a – Camionisti, autisti di autobus ecc., conduttori di auto: le professioni comprese in questa classe conducono veicoli per trasporto su gomma o su rotaia cittadina di persone e merci; guidano motocicli, autoveicoli, furgoni, autobus, tram, filobus, autotreni e mezzi pesanti per il trasporto merci (cod prof 742).

2a – Artigiani/operai specializzati nelle rifiniture/costruzioni: le professioni comprese in questa classe si occupano della rifinitura delle costruzioni dopo la loro edificazione, posano tetti, pavimenti, intonaci, sistemi di coibentazione, installano impianti idraulici ed elettrici, infissi, vetri e serramenta (cod prof 613).

3a – Collaboratori domestici non qualificati per servizi alla casa (non per l’assistenza): le professioni classificate in questa classe mantengono in ordine e puliti gli ambienti domestici, svolgono piccoli lavori di manutenzione della casa; puliscono, smacchiano, lavano e stirano a mano presso le famiglie capi di abbigliamento, di biancheria, tende, materassi, lane e oggetti e materiali simili; fanno la spesa giornaliera, cucinano e servono i pasti (cod prof 822).

4a – Specialisti per soggetti diversamente abili, esperti nella progettazione formativa, consiglieri dell’orientamento ecc.: le professioni raccolte nella classe si occupano, a diversi livelli, della formazione e dell’istruzione di soggetti con disabilità fisiche, psichiche o con gravi difficoltà di apprendimento; della progettazione curricolare e didattica, della formazione professionale e dell’insegnamento di varie discipline in quei percorsi formativi; orientano giovani ed adulti nella scelta dei percorsi di istruzione, di collocamento sul mercato del lavoro e nell’inserimento sociale. Forniscono consulenza, assistenza e sostegno al personale docente e direttivo in materia di didattica e di programmi. Insegnano, con lezioni individuali o per piccoli gruppi, la teoria e la tecnica delle discipline artistico-figurative, della danza, del canto, della musica e della lingua italiana o straniera (cod prof 265).

5a – Tecnici in campo ingegneristico: le professioni classificate in questa classe assistono gli specialisti ovvero eseguono ed applicano procedure e metodi connessi alla ricerca, alla progettazione esecutiva e alla risoluzione operativa di problemi tecnici nel campo della meccanica, dell’estrazione dei minerali, dell’elettrotecnica, dell’elettronica, delle costruzioni civili; sono di supporto nella progettazione dei relativi sistemi tecnici, apparati ed impianti (cod prof 313).

6a – Impiegati agli sportelli e ai movimenti di denaro:le professioni classificate in questa classe incassano e movimentano presso sportelli il denaro dovuto per pagamenti di servizi e per il riscatto di titoli di credito; incassano e riscattano polizze assicurative, titoli finanziari, fatture, crediti e tasse; prestano somme di denaro su pegno (cod prof 421).

7a -  Artigiani ed operai specializzati del tessile/abbigliamento:le professioni comprese in questa classe preparano e tessono fibre di vario genere, confezionano artigianalmente capi e complementi di abbigliamento in tessuti, in pelle e pelliccia, biancheria intima e per la casa; realizzano tende, drappeggi, divani, poltrone e materassi; lavano e puliscono a secco articoli di abbigliamento e di arredamento per le famiglie (cod prof 653).

8a – Operai addetti all’assemblaggio di prodotti industriali: le professioni comprese in questa classe montano, con l’ausilio di utensili manuali o semiautomatici e lungo una catena di assemblaggio, componenti di macchine, di apparati elettrici elettronici e per le telecomunicazioni, di articoli in metallo, legno, cartone, tessuto o in altri materiali o di loro parti (cod prof 727).

9a – Militari delle forze armate (non ufficiali, non sergenti, non marescialli ecc.): le professioni di questa classe garantiscono l'integrità territoriale e politica della nazione e la sua sicurezza in tempo di pace e di guerra. Sono compresi in questa classe i membri delle Forze Armate con grado uguale o inferiore a Caporalmaggiore Capo Scelto (nel caso dell'esercito), Sottocapo di 1° Classe Scelto ( per la marina militare), 1° Aviere Capo Scelto (nel caso dell'Aeronautica Militare) e Appuntato Scelto (per l'arma dei carabinieri); (cod prof 931).

10a – Insegnanti di scuola primaria, pre-primaria e professioni assimilate:le professioni comprese in questa classe svolgono e somministrano un’ampia serie di attività didattiche orientate a fornire livelli di alfabetizzazione degli allievi, in grado di assicurare i processi di inclusione richiesti dal sistema sociale ed il raccordo con i cicli di istruzione successivi. Progettano e programmano dette attività, somministrano prove ed esami e valutano l’apprendimento degli allievi, partecipano alle decisioni sull’organizzazione scolastica sulla didattica e sull’offerta educativa; gestiscono le relazioni con le famiglie e gli altri soggetti rilevanti, coadiuvano il personale specializzato nell'accompagnamento e nel supporto a singoli allievi in situazione di difficoltà cognitiva (cod prof 264).

 

Read 3008 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]