Martedì, 09 Maggio 2017 12:09

Commercio: dati altalenanti, la crescita è lontana

Scritto da

Necessario ripartire dal Lavoro e dagli investimenti per lo sviluppo

ROMA - Ancora altalenanti i dati diffusi oggi dall’Istat relativamente alle vendite al dettaglio. Nel primo trimestre 2017, secondo l’Istituto di Statistica, il commercio segna una crescita del +0,7% (“l’aumento maggiore da oltre sei anni”, inneggia l’Istat). Salvo poi ridimensionare l’entusiasmo nel pubblicare i dati dettagliati relativi alle vendite registrate a marzo: -0,4% sull’anno. Un andamento che conferma, in sostanza, una fase di stallo.

La crescita, quella vera, duratura, basata su elementi strutturali e stabili, è ancora lontana. Mentre non è ancora abbastanza lontana la minaccia della crisi che ha colpito il sistema economico, di cui ancora le famiglie subiscono il pesante strascico.  Da questi dati appare evidente che il Paese deve ripartire dal Lavoro. Rilanciare l’occupazione e redistribuire i redditi è il primo passo per risollevare la domanda interna ed innescare un circolo virtuoso per la crescita e lo sviluppo. È noto, infatti, come le famiglie scontino le conseguenze della crisi occupazionale, provvedendo al mantenimento di figli e nipoti disoccupati con un onere che, secondo quanto emerso dalle nostre rilevazioni, ammonta a circa 450 Euro al mese.

Secondo le stime dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, se la disoccupazione tornasse a livelli pre-crisi (vale a dire a circa il 6%, livello ancora elevato a nostro avviso), il potere di acquisto della famiglie aumenterebbe di 40 miliardi di Euro l’anno. È evidente, quindi, l’importanza di intervenire sul fronte dell’occupazione, avviando piani di investimento destinati a finanziare progetti di ricerca e di sviluppo, piani per la modernizzazione e messa in sicurezza delle infrastrutture, nonché programmi per la qualificazione e valorizzazione dell’offerta turistica. Inoltre è indispensabile scongiurare, una volta per tutte, la minaccia di aumento dell’IVA che avrebbe effetti deleteri sull’andamento della domanda interna e sull’intero sistema economico, determinando ricadute, a regime, pari a circa 609 Euro annui a famiglia.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]