Giovedì, 18 Maggio 2017 12:09

Facebook, maxi-multa Ue: informazioni fuorvianti acquisto Whatsapp

Scritto da

ROMA - La Commissione europea multato il gigante dei social media americano Facebook per 110 milioni di euro per aver fornito informazioni sbagliate e fuorvianti sulla sua acquisizione di WhatsApp.

"La decisione odierna invia un chiaro segnale alle imprese che devono rispettare tutti gli aspetti delle norme di fusione UE, tra cui l'obbligo di fornire informazioni corrette", ha dichiarato in una dichiarazione il commissario UE della concorrenza Margrethe Vestager. "La Commissione deve essere in grado di prendere decisioni sugli effetti delle fusioni sulla concorrenza nella piena conoscenza di fatti accurati", ha dichiarato Vestager. Le autorità di regolamentazione dell'UE avevano dato via libera all'acquisizione da parte di Facebook di WhatsApp per 19 miliardi di dollari entro la fine del 2014, senza trovare ragioni per credere che l'operazione avrebbe ridotto la concorrenza nel settore dei social media in espansione. Nella sua dichiarazione di giovedì, la Commissione ha ricordato che le norme sulle concentrazioni richiedono alle società di fornire ai regolatori informazioni precise che sono essenziali per ogni revisione. E ha rilevato che quando Facebook comunicò alla Commissione l'acquisizione nel 2014, la società aveva dichiarato che "non sarebbe stata in grado di stabilire una corrispondenza automatica affidabile tra gli account degli utenti di Facebook e gli account degli utenti di WhatsApp". 

"Tuttavia, nell'agosto 2016, WhatsApp ha annunciato l'aggiornamento dei suoi termini di servizio e della politica sulla privacy, inclusa la possibilità di collegare i numeri di telefono degli utenti di WhatsApp con le identità degli utenti di Facebook", ha affermato. Dopo aver lanciato un'inchiesta l'anno scorso, la Commissione "ha scoperto che, contrariamente a quanto affermato da Facebook nel processo di revisione delle fusioni del 2014, la possibilità tecnica di automatizzare le identità degli utenti di Facebook e WhatsApp esisteva già nel 2014 e che il personale di Facebook era a conoscenza di tale possibilità." La Commissione ha dichiarato la decisione di oggo e l'ammenda non avranno alcun impatto sulla suo via libera dell'ottobre 2014 all'offerta.  

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]