Venerdì, 13 Luglio 2018 05:52

Mutuo ristrutturazione: tutte le opportunità per chi vuole ristrutturare la prima casa

Scritto da

Il mutuo è un finanziamento con un piano di ammortamento che può superare i 20 anni, stipulato utilizzando come garanzia la propria abitazione. Di solito si utilizza questo tipo di finanziamento quasi esclusivamente per l’acquisto della casa, molti infatti non sanno che esiste anche il mutuo ristrutturazione. In pratica si tratta di rinnovare completamente la prima casa approfittando di un prestito da parte della banca che gode di tutti i vantaggi (più o meno) dei mutui per l’acquisto della prima casa. 

Il mutuo ristrutturazione

Chi decide di ristrutturare casa spesso ha già tutti i soldi necessari per farlo, soprattutto e si tratta di un’abitazione che possiede da molti anni. In questi casi è possibile però richiedere anche un mutuo ristrutturazione; stiamo parlando di un finanziamento molto più conveniente rispetto ad un prestito personale, in quanto la banca considera come garanzia l’abitazione su cui saranno fatti i lavori. Inoltre il valore dell’immobile viene calcolato considerando i lavori già terminati, stiamo quindi parlando di un prestito molto conveniente, con bassi tassi di interesse e che può ammontare all’80% del valore totale della prima casa calcolato in seguito ad un intervento di ristrutturazione. Se si considera il valore prima degli interventi il prestito può, in alcuni casi, superarlo di una buona quantità di soldi.

Quando richiederlo

Il mutuo ristrutturazione può essere richiesto ogni qual volta si intendono effettuare dei lavori di ristrutturazione in casa, che si tratti di manutenzione ordinaria o straordinaria poco importa. Quindi sia nel caso in cui si intenda rinnovare completamente l’abitazione, ad esempio rifacendo interamente gli impianti e gli allestimenti interni, sia quando si vuole solo effettuare qualche opera minore, come ad esempio sostituire gli infissi, o rinnovare i bagni. Anche se il mutuo può raggiungere un massimo decisamente molto elevato, è importante considerare che l’effettiva entità dello stesso è direttamente correlata ai lavori che si intendono svolgere in casa. Per poter ottenere questo tipo di mutuo è necessario quindi non solo presentare la documentazione che riguarda il proprio reddito, ma anche quella che dimostra tutti i preventivi di spesa, i lavori da svolgere, le richieste di inizio lavori o altri tipi di autorizzazioni locali.

Come funziona il mutuo sulla ristrutturazione

Trattandosi di un finanziamento che copre le spese per la ristrutturazione di una casa è necessario che tali spese siano effettuate per rinnovare la prima casa, non per una casa vacanza o per un appartamento da affittare. Oltre a questo esistono diverse tipologie di mutuo, che presentano differenti modalità di erogazione. La più tradizionale è quella simile al classico mutuo per la casa, ovvero l’erogazione in un’unica soluzione. Si verifica quando si effettuano lavori di piccola entità, o comunque il cui ammontare non supera una certa cifra, in genere 50.000/100.000 euro, a seconda dei casi. Quando invece si devono svolgere opere edilizie di manutenzione straordinaria che saranno svolte in tempi lunghi e per le quali sono necessari fondi elevati, allora la banca può decidere per un’erogazione puntuale: le quote vengono erogate al termine di ogni specifica opera edilizia. 

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

300x300.gif

Coaching Cafè

Non solo coaching: Quando guardi ad una situazione a cosa osservi?

Tutti ci siamo trovati in una situazione in cui tutto sembra prendere una direzione chiara a noi stessi, o ad avere una spiegazione per noi logica e ben delineata. In...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

La plastica: arte per i Beni Culturali

La plastica, uno dei flagelli del nostro tempo, merita di essere vista anche dall’altra parte della medaglia. Gli oggetti di plastica finalizzati al benessere dell’umanità sono innumerevoli, come pure i...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

La Grecia e la sua ammissione tardiva al QE. Due soluzioni possibili

Cominciamo con una precisazione estremamente importante. Il recente annuncio di Mario Draghi riguarda la fine del Quantitative easing da parte della BCE entro la fine di quest’anno. La BCE quindi...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077