Venerdì, 16 Marzo 2012 14:41

Lavoro. Articolo 18. Camusso: "Nessun entusiasmo. Il governo cosa mette sul tavolo?"

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA -  "Sull'articolo 18  vedremo quali proposte saranno fatte: quelle sentite finora dal governo non ci convincono e non vanno bene".

Questo ha detto da Firenze, durante un'iniziativa sindacale, il segretario della Cgil Susanna Camusso, commentando i risultati dell'incontro di ieri sera governo-maggioranza. "Se ho capito bene dai giornali il problema del lungo vertice notturno è che ha rimandato la fase della crescita. Ma se è così, non so se saranno più tranquilli i mercati europei, ma credo che gli italiani siano ogni giorno meno tranquilli", ha incalzato la Camusso.
Insomma, "Per l'accordo - ha detto l'esponente sindacale -   c'è ancora molta strada da fare, perchè la trattativa va fatta con le parti sociali".

"Per noi - spiega - l'articolo 18 è una tutela generale. Ha funzionato come deterrenza rispetto all'arbitrio dei licenziamenti". La discussione deve partire da "questo principio". "Manutenzione dell'articolo 18 può voler dire molte cose": può "voler dire cambiare il motore" oppure, semplicemente, "metterci l'olio". E poi la Camusso ha voluto ribadire con chiare parole un concetto chiave, ovvero che "tra datore di lavoro e lavoratore, il soggetto debole è il lavoratore e le tutele servono a tutelare il soggetto debole".

Insomma la tanto discussa riforma del Lavoro sembrava quasi ad un passo dalla conclusione, invece siamo ancora in alto mare. "L'entusiasmo che si è diffuso in queste ore per cui tutto è già risolto e basta una firma su un pezzo di carta... a noi non pare nè che ci sia entusiasmo, nè che si sia alla fine del percorso", ha precisato il numero uno della Cgil.
E poi: "Vorremmo capire cosa il governo mette sul tavolo. Se parla di tutela del lavoro e di universalità degli ammortizzatori, di mettere un argine alla precarietà e non di licenziamenti liberi, va bene. Ma tutto questo noi non lo abbiamo ancora visto e credo che finchè non c'è tutto questo, non siamo alla fase finale, ma all'interno di un confronto difficile".

Read 2484 times Last modified on Venerdì, 16 Marzo 2012 14:43

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]