Print this page
Giovedì, 21 Ottobre 2010 12:26

La crisi? Le chiusure degli stabilimenti? La Fiat macina utili

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Il Gruppo Fiat ha diffuso oggi i dati sull’andamento della gestione complessiva nei primi tre quarti del 2010 e sono numeri davvero brillanti.


La Fiat ha infatti dichiarato di avere avuto ricavi complessivi pari a 13,5 miliardi di euro, in aumento dell’11,9% rispetto al terzo trimestre 2009, con le Macchine per l’Agricoltura e le Costruzioni che hanno registrato l’incremento più significativo.
Davvero brillante anche la performance dell’’utile della gestione ordinaria che è salito a 586 milioni di euro (erano 308 milioni di euro nel terzo trimestre 2009), recupero che il Gruppo torinese accredita alla salita nei volumi di CNH, Iveco e dei Componenti e alla tenuta del business delle Automobili.
Anche un indicatore della redditovà del Gruppo come il margine sui ricavi segna un grosso passo in avanti salendo al 4,3% dal 2,6% segnato nel terzo trimestre 2009).
L’utile netto ha invece effettuato un vero e proprio balzo raggiungendo i 190 milioni di euro dai 25 milioni di euro segnati nel terzo trimestre 2009 con un utile prima delle imposte che è arrivato a 435 milioni di euro dai 128 milioni di euro fatti segnare nel terzo quarto del 2009.
I numeri diffusi dal Gruppo Fiat sono risultati così brillanti che il gruppo ha ritenuto opportuno rialzare i propri target per l’esercizio in corso, in particolare dettaglio il Lingotto prevede di raggiungere ricavi superiori ai 55 miliardi rispetto alla precedente stima di 50 miliardi e di ottenere un utile di gestione ad almeno 2 miliardi di euro (in aumento rispetto alla originaria previsione di  1,1-1,2 miliardi) e un utile netto intorno a 0,4 miliardi.
In deciso miglioramento sarebbe anche la situazione patrimoniale dell’azienda per cui viene prevista a fine 2010 un indebitamento finanziario netto inferiore a 4 miliardi di euro rispetto agli oltre 5 miliardi della precedente stima.
Il deciso ritocco al rialzo dei target dichiarati dall’aziende è stato festeggiato a Piazza Affari dove il titolo guadagna  oltre il 3%.

Read 425 times
Amerigo Rivieccio

Laureato in Economia Aziendale ed abilitato all'esercizio della professione di Promotore finanziario; dal 2001 sono contabile alla Camera dei deputati. Prima di approdare a Montecitorio sono stato ragioniere:
alla Presidenza del Consiglio; al Comune di Napoli; in una cava di inerti.
Ma sono stato anche Funzionario dell'Unione europea e arbitro nazionale di pallacanestro.

Correlati

Ultime da Amerigo Rivieccio