Venerdì, 11 Marzo 2011 20:34

Sciopero Generale dei Sindacati di Base. Le foto

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

A Roma migliaia di lavoratori provenienti da ogni parte d’Italia scendono in piazza per protestare contro lo smantellamento dello Stato Sociale

ROMA - Il Sindacato di Base di nuovo in piazza per protestare contro l’attacco sconsiderato del Governo Berlusconi ai diritti fondamentali dei lavoratori nel settore pubblico e nel privato. Dopo un’azione di sensibilizzazione capillare svolta in tutti i luoghi di lavoro per spiegare i guasti provocati al paese dalle riforme Gelmini, Brunetta e dal sanguinario modello Marchionne, insegnanti, operatori socio-sanitari, operai, impiegati, studenti, precari, vigili del fuoco, auto-ferrotranvieri, blocchi metropolitani, inquilini resistenti, provenienti da ogni parte d’Italia, si sono dati appuntamento a piazza della Repubblica per far sentire la loro voce e per dire di no ad un progetto politico che vuole smantellare definitivamente il modello sociale conquistato con dure lotte negli anni settanta a tutto vantaggio delle lobby imprenditoriali e di gruppi di potere ben consolidati. Dinanzi all’arroganza  di una classe dominante che ha fatto del profitto e del mantenimento dei privilegi di casta il proprio vessillo mascherandolo con operazioni demagogiche di facciata, c’è un popolo vivo e pulsante che, in un corteo compatto e ben organizzato, si è snodato per le vie del centro di Roma fino a piazza Navona, gridando slogan in cui è emerso chiaro il proprio sdegno per una deriva autoritaria che vuole comprimere e mortificare la dignità delle persone. E’ in questo che si vede la forza di un sindacato che, dal basso, è capace di mobilitare le forze più attive e combattive di questo nostro paese messo in ginocchio da politiche fallimentari e da un riformismo becero e incapace di dare risposte concrete a chi non riesce più a condurre esistenza decorosa.

 

Nessuna politica infatti ha saputo costruire un progetto credibile in grado di offrire soluzioni ai gravi problemi che affliggono gli italiani: dalla casa, alla disoccupazione, dalla riduzione del potere d’acquisto delle famiglie, all’inadeguatezza di un salario che non permette più un esistenza libera e indipendente nulla o quasi è stato fatto per porre rimedio. E per questo il Sindacato di Base si è mosso in modo unitario, disciplinato e propositivo per mandare un segnale chiaro al Governo e ai sindacati concertativi filo - padronali CISL, UIL e UGL che nessuno potrà calpestare i diritti dei lavoratori senza pagarne il prezzo. Ecco quindi il senso più profondo che ha spinto oltre 50 mila in piazza a Roma e oltre 1 milione e 200 mila lavoratori in tutta l’Italia ad incrociare le braccia accomunati da un unico ideale: riprendere la lotta contro la classe padronale in Italia e in Europa. “Uniamo le lotte, mettiamoli in crisi”, così recitava striscione che apriva il corteo, un chiaro monito non solo al regime berlusconiano ma anche a tutta la galassia di partiti, partitini e sindacati della sinistra antagonista e di opposizione che, nella loro visione frammentaria e disomogenea della realtà, ha trovatole ragioni della sua inevitabile sconfitta. Solo uniti si può vincere. Divisi non si va da nessuna parte.

Read 658 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]