TRIESTE - Ottava caratterizzata da diversi alti e bassi a Piazza Affari, che fallisce l’ennesima opportunità per un salutare rimbalzo: le buone trimestrali di Unicredit ed Intesa SanPaolo ed un martedì esaltante per il comparto ne sembravano il beneaugurante preludio, subito smentito dalle prese di beneficio della giornata successiva, chiusa in frazionale ribasso.

TRIESTE - Dopo l’ennesima settimana caratterizzata da pessimismo ed ansia, in bilico tra l’incertezza della congiuntura globale ed i condizionamenti provenienti dai così detti “market mover” (dati ed eventi di portata tale da influenzare il mercato), la nuova ottava si è presentata con un’ulteriore seduta debole per quasi tutti i listini europei che, dopo una partenza sulla parità, hanno chiuso pressoché invariati, con Parigi unica in negativo (-0,32%).

TRIESTE - Dopo l’ottovolante di venerdì scorso (apertura in calo, inversione di tendenza alla diffusione del dato sull’occupazione americana, chiusura in rosso) e la concomitante performance negativa di Wall Street, questa mattina Piazza Affari ha nuovamente imboccato la strada del ribasso.

ROMA - Giano, l’antico dio del passaggio e degli inizi - anche della vita economica - era rappresentato con due teste (da cui l’appellativo di “bifronte”) che vegliavano in opposte direzioni.

TRIESTE - Settimana all’insegna del nervosismo per Piazza Affari e per le principali borse europee che si sono dimostrate incapaci di mantenere i guadagni precedentemente conseguiti.

TRIESTE - Dopo aver chiuso con gli indici in negativo l’ultima seduta della scorsa  settimana, Piazza Affari e le principali Borse europee riprendono provando ad alzare la testa, sullo slancio della positività di alcuni dati di venerdì: l’incremento dell’indice di fiducia dei consumatori statunitensi, nettamente superiore alle previsioni, e l’aumento della produzione industriale nella Zona Euro, precedentemente stimata negativa.

TRIESTE - Dopo le ottime performances della scorsa settimana, tutte le principali piazze europee hanno delineato un’ottava all’insegna del nervosismo.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077