ROMA: Dopo l'annessione della Crimea alla Russia e la presenza delle truppe ai confini con l'Ucraina, sembra farsi vivo un segnale distensivo nella diatriba che oppone la comunità internazionale alla Russia.

Published in Mondo

MOSCA - La Russia denuncia come «iniziativa controproduttiva» la risoluzione adottata ieri dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, che denuncia il referendum in Crimea e l'annessione della penisola ucraina alla Russia.

Published in Mondo
Mercoledì, 26 Marzo 2014 07:30

Ucraina. In Crimea sventola bandiera russa

MOSCA - Con la presa da parte degli incursori russi anche dell'ultima unità superstite della Marina Militare ucraina in Crimea, il dragamine 'Cherkasy', il tricolore della Federazione Russa sventola ormai su tutte le unità da guerra delle quali Kiev disponeva nella penisola ribelle, fresca di annessione: lo ha annunciato ufficialmente il generale Valery Gherasimov, capo dello stato maggiore interforze di Mosca.

Published in Mondo

ROMA -  "Siamo preoccupati che possano esserci nuove violazioni da parte della Russia in Ucraina". Così il presidente Usa, Barack Obama, dall'Aja, che aggiunge: La Nato è pronta ad agire se sarà necessario".   "Tutto il mondo - precisa il numero uno della Casa Bianca -  rifiuta il referendum sulla Crimea, spetta alla Russia quindi fare scelte responsabili, altrimenti ci saranno nuove sanzioni". E ancora:"Noi prediligiamo la via diplomatica, ma opereremo pressioni politiche ed economiche affinchè ci sia un costo per questo processo". Insomma per il Presidente Usa, ribadendo che le truppe russe devono allontanarsi dai confini, ammette che la situazione è delicatissima: "La Nato è pronta intervenire in difesa degli Alleati se la Russia dovesse minacciarli". È determinato, Barack Obama, quando afferma il principio contenuti nell'art 5 del Trattato costitutivo dell'Alleanza, quello che regola la difesa reciproca nel caso di un'invasione. L'Alleanza, ha detto il presidente americano nel corso della conferenza stampa conclusiva del summit sulla sicurezza nucleare, «si sta organizzando sempre più intensamente» e, ha aggiunto, «agiremo a difesa» dei paesi minacciati. «Questo è il ruolo dell'Alleanza atlantica -ha sottolineato- e lo difenderemo».  Per quel che riguarda l'Ucraina, invece, e il resto dei paesi che non fanno parte dell'Alleanza, sarà compito degli Stati Uniti «mettere sufficiente pressione internazionale sulla Russia». 

 

La Russia non firma il patto di sicurezza nucleare

Nel frattempo Trentacinque paesi, tra cui l'Italia, si sono impegnati questa mattina all'Aia a rafforzare la loro sicurezza nucleare, mettendo in pratica standard internazionali più restrittivi al fine di impedire alle organizzazioni terroristiche di venire in possesso di materiale utile alla costruzione di una bomba sporca. «Il nostro obiettivo è eliminare gli anelli deboli della sicurezza nucleare», ha dichiarato il ministro olandese degli Affari esteri, Frans Timmermans. 

Al fine di non frenare la volontà di alcuni paesi di andare oltre gli accordi conclusi, Stati Uniti, Olanda e Corea del sud hanno proposto ai partecipanti di aderire a un insieme di linee guida basate su quelle dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea).  Francia, Turchia, Ucraina, Giappone e Israele fanno parte dei 35 paesi firmatari del testo, che invece non è stato approvato da Russia e Cina. Un testo che, di fatto, va oltre il documento finale del summit che viene percepito da numerosi osservatori come «un comune denominatore meno ambizioso». 

L'accordo raggiunto fra i 35 paesi mira a costruire una «architettura» mondiale capace di garantire la sicurezza nucleare, promuovendo una maggiore trasparenza, lo scambio d'informazioni e la messa a punto di «buone pratiche» condivise da tutti.

Published in Mondo

ROMA - All'Aia fronte comune contro il nemico russo. E' quanto emerge dal summit all'Aia sulla sicurezza nucleare, durante il quale per forze di cose si è finiti sul tema caldo dell'Ucraina. Barack Obama e suoi alleati hanno infatti annunciato la decisione di disertare il previsto vertice di Sochi, allo scopo di isolare la Russia, e di riunirsi a Bruxelles il prossimo mese di giugno.

Published in Mondo

KIEV - Le autorità ucraine hanno deciso di ritirare le truppe stanziate in Crimea. “Il consiglio di sicurezza nazionale e di difesa - ha fatto sapere il presidente ad interim Oleksandr Turchynov - ha ordinato al ministero della Difesa il ridispiegamento delle unità militari che si trovano in Crimea”. 

Published in Mondo
Domenica, 23 Marzo 2014 19:25

Russia. Lei lo lascia, lui la sfigura

La vittima una modella, l'aggressore un milionario russo

Published in Mondo

ROMA - La Russia «minaccia» la Transnistria, regione della Moldavia, ammassando truppe sul confine orientale dell'Ucraina. A lanciare l'allarme è stato il generale Philip Breedlove, a capo del Comando alleato dell'Europa.

Published in Mondo

ROMA - Non si placano le polemiche del dopo referendum in Crimea che ha sancito l'annessione alla Russia. Oggi il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha annunciato nuove sanzioni per la Russia. Il numero uno della Casa Bianca ha detto che verrà penalizzato un numero maggiore di funzionari e banche russe.

Published in Mondo

Si pensa a esclusione Russia dal G7. Herman Van Rompuy cancella visita a Mosca

Published in Mondo

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]