TRIESTE - Ottava di Borsa ancora all’insegna della marcata volatilità e dell’incertezza, con uno scenario macroeconomico globale decisamente sotto tono per tutta la Zona Euro, anche se qualche timido progresso di alcuni indici (PMI, indicatore composito dell'attività manifatturiera; IFO, rilevatore della fiducia degli imprenditori tedeschi) lascia sperare in una seconda metà del 2013 all’insegna di un miglioramento della situazione generale.

Published in Borsa Shop

ROMA - Forse ad ottobre il Congresso americano potrebbe ratificare il più grande e importante  trattato di libero scambio mai approvato, il cosiddetto “Trans-Pacific Partnership”. Sotto la guida degli Stati Uniti verrebbero coinvolti 12 Paesi: il Giappone, la Corea del Sud, l’Australia, la Nuova Zelanda, la Malesia, il Vietnam ed il Brunei per la parte asiatica, il Cile, il Perù, il Messico e il Canada per il continente americano. Paesi che rappresentano il 40% del commercio mondiale.

Published in Focus Economia

TRIESTE -  Dopo una settimana all’insegna della volatilità, delle correzioni sui mercati e di un risveglio delle tensioni sugli spread è la cautela a prevalere anche a Piazza Affari che, dopo lo scivolone di giovedì sulle decisioni di politica monetaria della BCE (Banca Centrale Europea), ha concluso in rosso il periodo compreso tra il 3 ed il 7 giugno con il suo più significativo indice azionario, Il FTSE Mib (Financial Times Stock Exchange Milano Indice di Borsa), in flessione del 3,04%, una performance negativa che ne ha ridotto il progresso da inizio anno al 2,57%.

Published in Borsa Shop

ROMA - A margine dell’Astana Economic Forum tenutosi alla fine di maggio nella capitale del Kazakhstan, l’economista e premio Nobel Robert Mundell ha auspicato che gli Stati Uniti introducano misure protezionistiche a sostegno delle proprie manifatture e dei propri prodotti. Secondo noi sarebbe un errore.

Published in Focus Economia

TRIESTE - Dopo un’ottava conclusasi venerdì scorso con una seduta negativa per le Borse del Vecchio Continente, alle prese con gli interrogativi per le prossime mosse della Federal Reserve (Fed, la banca centrale degli Stati Uniti) intenzionata a rivedere le proprie politiche di sostegno all’economia, anche Wall Street ha chiuso all’insegna della debolezza, con l’indice Dow Jones in forte ribasso (-1,36%) nonostante il miglior dato da luglio 2007 dell'indice Michigan sulla fiducia dei consumatori, in rialzo a 84,5 punti dagli 83,7 della lettura preliminare (un valore inferiore a 50 indica una contrazione della fiducia, un valore superiore a 50 una sua espansione).

Published in Borsa Shop

TRIESTE - Nonostante un inizio di ottava caratterizzato dalla chiusura per festività dei mercati di Londra e, soprattutto, di New York, a tenere banco sul fronte macro è proprio il sistema economico a stelle e strisce: ieri il Dipartimento del Commercio americano ha diffuso confortanti dati che parlano di un primo trimestre 2013 in crescita seppur in leggera flessione rispetto alle attese (2,4 contro 2,5 per cento), con consumi in crescita ad un tasso (+3,4%) che risulta essere il più alto degli ultimi due anni e scorte e spesa del Governo federale in calo.

Published in Borsa Shop

ROMA - La Banca dei Regolamenti Internazionali di Basilea annuncia che a breve potrebbe esserci un virata nelle politiche monetarie delle banche centrali. Si porrebbe fine ai tassi di interesse vicini allo zero.

Published in Focus Economia

ROMA - Mentre il mondo dell’economia si “perde in chiacchiere” sulla necessità di rivedere il sistema della finanza globale, papa Francesco ha ripreso il suo lungo percorso di riflessione per stimolare i dirigenti politici a ”realizzare una riforma finanziaria che sia etica e che produca a sua volta una riforma economica salutare per tutti”.

Published in Focus Economia

TRIESTE - Settimana di Borsa dall’impronta decisamente politica, dall’onda lunga del G7 di venerdì scorso ad Aylesbury, chiusosi con l’impegno ad alleviare la dolorosa piaga della disoccupazione per favorire la ripresa economica globale, al dibattito politico italiano sull’IMU (Imposta Municipale Unica) e sulla CIG (Cassa Integrazione Guadagni), i cui rispettivi gettito e rifinanziamento minacciano la tenuta dell’Esecutivo Letta, passando per gli Usa, che discutono sull'opportunità di interrompere entro l'estate il piano d'acquisto di obbligazioni lasciando l’economia ad autoregolarsi, e per il Giappone, autore di una riuscitissima  azione congiunta tra Governo e Banca Centrale per invertire il corso economico del Sol Levante.

Published in Borsa Shop
Mercoledì, 15 Maggio 2013 16:49

La paura fa novanta!

ROMA - I due economisti americani, Kenneth Rogoff e Carmen Reinhart, rispettivamente dell’università di Harvard e dell’università del Maryland, con i loro studi hanno spesso fornito l’alibi “scientifico” a politiche economiche e finanziarie restrittive che hanno provocato effetti negativi dirompenti in molti Paesi, compreso l’Italia.

Published in Focus Economia

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]