MILANO  - Hanno regolarmente pagato il biglietto di ingresso per visitare il Duomo di Milano ma una volta in cima hanno srotolato un lungo striscione con la scritta «No vivisezione»: è successo alle 15,15 di oggi, sul lato che affaccia su Corso Vittorio Emanuele. I tre, due uomini e una donna, sono stati fermati e identificati dalla polizia e non risultano collegati a gruppi organizzati di animalisti.

Published in Società

TRIESTE -  Ennesima settimana di Borsa con pochi spunti macroeconomici di rilievo e mercati finanziari ancora dominati dall’incertezza, che ne influenza le dinamiche di breve e medio periodo: la moderata crescita degli Stati Uniti, la recessione dell’area Euro, le politiche espansive di tutte le banche centrali e l’assenza di pressioni significative sui prezzi al consumo tratteggiano un moderato rallentamento della crescita correlato al consolidamento delle strutture economiche.

Published in Borsa Shop

MILANO - Pesa sempre di più la crisi economica, anche sulle famiglie milanesi, tanto che la maggior parte non riesce più ad arrivare alla fine del mese.

Published in Società

MILANO (nostro inviato) -  Un anno fa erano in Italia, in tour con gli Echo & The Bunnymen, ma ora sono tornati, anche solo per una sera, ma ad aprire il concerto di Bon Jovi, ed è tutta un’altra storia. Stiamo parlando dei These Reigning Days, la band inglese che sta spopolando nel Regno Unito con un rock fresco e accattivante e suoni già definiti da molti epici.

Published in Musica
Domenica, 16 Giugno 2013 00:38

Stadio San Siro. Bon Jovi live 29 giugno

MILANO - BON JOVI live opening actTHESE REIGNING DAYS  STADIO SAN SIRO - MILANO Sabato 29 Giugno ore 20:00

Published in Musica

MILANO - Stasera a Milano, in via Dione Cassio, si è verficato un grave episodio di violenza nei confronti dei Rom. Neofascisti con simboli mussoliniani, urlando slogan razzisti hanno lanciato pietre contro gli abitanti del campo rom di viale Ungheria/via Dione Cassio.

Published in Diritti Umani

MILANO - Tredici stelle di David in ferro battuto sono state rubate dal cimitero ebraico di via Jona, vicino al Maggiore, a Milano. Mani ignote hanno staccato i simboli della fede ebraica dalle lapidi in cui erano incastonate. E' una profanazione che ci riporta al 16 maggio 2006, quando un gruppo di antisemiti devastò lo stesso cimitero ebraico.

Published in Diritti Umani
Mercoledì, 19 Dicembre 2012 12:32

Milano, un Natale di intolleranza

MILANO - Rom, ancora due sgomberi sotto la neve, senza intervento sociale. Dramma umanitario infinito. Il Gruppo EveryOne segnala inoltre una serie di allontanamenti, sempre senza alcun intervento umanitario, in diverse zone della città.

Published in Diritti Umani

Ecco il testo dell'appello del comitato "Salviamo il teatro Verga", ennesimo luogo della cultura a rischio scomparsa

Published in Società

 

MILANO - L’attrice Barbara Enrichi debutterà nel ruolo di Donna nello spettacolo teatrale “Il fascino discreto dell'ipocrisia – Kvetch” di Steven Berkoff tra i protagonisti con Gabriele Calindri, Federico M. Zanandrea, Olga Re  e Mario Scarabelli. Regia di Eleonora Cremascoli al Teatro Delfino via Dalmazia, 11 a Milano da Giovedì 22 Novembre a Domenica 2 Dicembre 2012 ore 21.00 Domenica ore 15.30.

“Cosa potrebbe accadere durante una cena se tutti i commensali esprimessero le proprie idee e convinzioni senza alcun tipo di filtro? Nella commedia "Il fascino discreto dell'ipocrisia - Kvetch” scritta da Steven Berkoff viene messo in scena il "non detto", tutto ciò che una persona non vuole o non ha il coraggio di dire (Kvetch letteralmente significa piagnisteo). Cinque personaggi: una coppia sposata, la suocera, il collega e il boss, si trovano a dover fare i conti fra di loro e con loro stessi.”

Barbara Enrichi ha ritirato in questi giorni il Premio Speciale Fìmmina Tv, consegnato dalla direttrice Raffaella Rinaldis, all’interno della VI Edizione di Epizephiry International Film Festival per il docufilm “Variabili Femminili - Di madre in figlia, storie di donne in tre generazioni”.
Nel documentario “Variabili femminili”, in cui Barbara Enrichi è in veste di regista, ha raccontato le tre età delle donne protagoniste dai 14 ai 92 anni nel territorio del Chianti Fiorentino, tra anziane reduci dalle fatiche nei campi, cinquantenni temprate dalle lotte in fabbrica, trentenni laureate e disoccupate. Uno spaccato di provincia che si chiude con un’antologia di auguri alle donne di domani lanciati in cielo con palloncini: «Che possano fare figli senza essere discriminate sul lavoro» auspicano le trentenni. E le nonne, con disarmante realismo: «Che stiano meglio di noi».

Published in Cinema & Teatro

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]