Menu
Trump: nuove linee guida contro l'immigrazione clandestina

Trump: nuove linee guida contro l'immigrazione clandestina

NEW YORK - Il dipartimento della Sicurezza interna Usa ha...

Scissione Pd. Oggi la resa dei conti

Scissione Pd. Oggi la resa dei conti

ROMA - Dopo il confronto di domenica in assemblea, il...

La Francia perde 1,5 milioni di turisti. Colpa del terrorismo

La Francia perde 1,5 milioni di turisti. Colpa del terrorismo

PARIGI - Parigi se la passa male, almeno per quel...

Omicidio Scazzi. Confermato ergastolo per Sabrina e Cosima

Omicidio Scazzi. Confermato ergastolo per Sabrina e Cosima

TARANTO - (AdnKronos) - Sono stati confermati gli ergastoli per Cosima...

L’intervista. Walter Pagliaro e il “Pellicano” di Strindberg

L’intervista. Walter Pagliaro e il “Pellicano” di Strindberg

Tona in scena dopo trent’anni, grazie a Walter Pagliaro, al...

Lavoro: meglio disoccupato che postino

Lavoro: meglio disoccupato che postino

TERAMO - ''Su 100 persone selezionate per il ruolo di...

Venezuela. Maduro bacchetta Trump, basta sanzioni

Venezuela. Maduro bacchetta Trump, basta sanzioni

BOLOGNA - Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, durante la puntata...

Iraq. A Mosul massiccia operazione anti Isis

Iraq. A Mosul massiccia operazione anti Isis

BAGHDAD - Le forze irachene hanno "bonificato" un'area di 60 chilometri...

Graziani e Villa: la musica come arte e passione

Graziani e Villa: la musica come arte e passione

Ci voleva il genio eclettico di Andrea Scanzi per riportare...

Nel pubblico ci si ammala di più

Nel pubblico ci si ammala di più

Nel 2015 sono stati licenziati 280 “furbetti” 

Prev Next

Pil, l’Italia non cresce, famiglie in affanno

Pil, l’Italia non cresce, famiglie in affanno

Servono investimenti per rilanciare l’occupazione e restituire prospettive e speranze ai cittadini   

ROMA - Cresce del +0,9% il PIL nel 2016. Ad attestarlo oggi è l’Istat, che sottolinea anche che “nel Documento Programmatico di bilancio di ottobre scorso, il Governo ha stimato un rialzo del PIL dello 0,8%”. La realtà ha superato, quindi, le previsioni… peccato che le stime di crescita non siano rassicuranti: stando ai dati della Commissione Europea, l’Italia è fanalino di coda nella classifica dei Paesi UE per stime di crescita del Prodotto Interno Lordo per il 2017-2018 e si colloca ben al di sotto della media europea.

Anche se in questi mesi abbiamo ricevuto qualche segnale incoraggiante, quindi, non possiamo ancora cantare vittoria e anzi gli elementi positivi sono troppo fragili e discontinui per essere sintomo di una vera ripresa.

Le famiglie continuano ad essere in affanno e non potrà essere altrimenti finché non verranno messe in atto concrete ed incisive politiche per la ripresa occupazionale.”   Di fatto la nostra economia continua ad essere intrappolata in una spirale depressiva che non accenna a spezzarsi. I cittadini, soprattutto i più giovani, hanno bisogno di una politica che restituisca loro prospettive, speranze e futuro: sono infatti ancora troppe le famiglie che sostengono economicamente figli e nipoti senza occupazione.

Investimenti per la ricerca, per lo sviluppo tecnologico, per la messa in sicurezza antisismica, per la realizzazione e la modernizzazione delle infrastrutture e per la valorizzazione dell'offerta turistica sono indispensabili per il rilancio della nostra economia. Basti pensare che, secondo le stime dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, sarebbe sufficiente far tornare la disoccupazione ai livelli pre-crisi (quindi ad un 6% comunque eccessivo a nostro parere) per aumentare il potere di acquisto delle famiglie aumenterebbe di circa +40 miliardi di Euro l'anno.

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208