ECONOMIA

ROMA - Il gran giorno del “Quantitative Easing”, il programma di allentamento monetario per stimolare l’economia di Eurolandia, è arrivato. Da lunedì, almeno fino a settembre 2016, la Banca centrale europea acquisterà, insieme a debiti cartolarizzati delle banche e obbligazioni garantite, titoli di Stato per un totale di 60 miliardi di euro al mese.

Published in Economia

MESTRE - Con il Quantitative easing dovremmo ricevere fino a 150 miliardi di euro. Questa operazione dovrà contrastare il credit crunch. Negli ultimi 3 anni le famiglie e le imprese italiane hanno subito una contrazione nell’erogazione degli impieghi pari a 110 miliardi di euro. 

Published in Economia

ROMA -  Il premier greco Alexis Tsipras concretizza le promesse fatte al suo elettorato. Oggi durante la prima riunione del Parlamento di Atene tuona contro la troika. "La Grecia non prenderà più ordini,  specialmente attraverso email. La Grecia - insiste - non è più il povero partner che sta a sentire le prediche per fare i compiti a casa". E soprattutto, dice  ancora, in riferimento alla decisione della Bce di non accettare più i suoi titoli a garanzia dei prestiti, "non può essere ricattata, perché la democrazia in Europa non può essere ricattata".

E poi: "Abbiamo un impegno con le regole dell' Ue anche se non siamo d'accordo con esse. Le rispettiamo e rispetteremo la regola che riguarda i bilanci senza deficit. Ma l'austerità e gli irraggiungibili avanzi primari non costituiscono le regole istitutive dell'Ue". Insomma per Tsipras, "La Troika è completamente finita. La democrazia greca non intende ricattare nessuno e non può essere ricattata". "Chiediamo tempo". E ancora: basta "prediche".

Quindi, secondo Tsipras - tornato ad Atene dopo un tour che lo ha portato nei giorni scorsi a Roma, Parigi e Bruxelles - è arrivato il momento per la Grecia e per l'Europa di "voltare pagina  sull'austerità". 

BCE contro la Grecia

Subito la replica della Bce, che sceglie la linea dura con la Grecia. Dalla settimana prossima non saranno più accettati in garanzia i  titoli del debito pubblico di Atene. Se tecnicamente Francoforte  rimuove la delega introdotta nel 2010, sostanzialmente reagisce alla decisione di Atene di uscire dal programma di risanamento della Troika. E lo fa con una svolta radicale, approvata a larga maggioranzadal Direttivo, che rischia di paralizzare l'attività del sistema bancario greco. Il messaggio è chiaro, ''se volete condizioni di favore, dovete lavorare con la Troika''.

Cittadini in piazza contro l'austerity

E proprio contro l'austerity oggi i cittadini greci sono tornati in piazza per protestare.  Migliaia di persone si sono radunate davanti al Parlamento greco in piazza Syntagma ad Atene in sostegno al nuovo governo in coincidenza con l'insediamento del nuovo Parlamento. Secondo i media greci e i social network, diverse strade accanto alla piazza sono state chiuse al traffico.

La manifestazione, convocata alle 17 ora italiana, è stata organizzata proprio sulle reti sociali stamattina, mentre dall'Europa arrivavano notizie di 'chiusura' nei confronti delle richieste del governo di Alexis Tsipras, che chiede una rinegoziazione del debito. Una manifestazione simile è stata organizzata a Salonicco, seconda città del Paese.

Published in Mondo

ROMA - I mercati europei hanno salutato con un deciso rialzo le novità in arrivo da Francoforte. Milano ha chiuso con un balzo del 2,4%, spinta dal comparto finanziario. Più contenuto l’entusiasmo a Parigi (+1,5%) e a Londra (+1%).

Published in Focus Economia

BRUXELLES - Mario Draghi ha annunciato l’atteso provvedimento della Banca centrale europea (Bce) sul quantitative easing (qe), il programma di acquisto di titoli con cui l’istituto di Francoforte si propone di contrastare la deflazione nell’eurozona e rilanciare l’economia favorendo i prestiti e gli investimenti.

Published in Economia

Nella puntata di questa settimana di Business Middle East, daremo uno sguardo alla reazione al meeting finale del 2014 della Banca Centrale Europea. Contrariamente a quanto previsto e nonostante le previsioni sulla crescita e l’inflazione per il periodo 2014 – 2016 siano state tagliate, il presidente della BCE Mario Draghi non ha annunciato alcuna misura straordinaria per stimolare l’economia.

Published in Economia

Nonostante il trasloco nella sua nuova sede la Banca centrale europea non cambia marcia. Il Consiglio direttivo guidato dal governatore Mario Draghi ha reso note le nuove previsioni economiche per la zona euro: l’anno prossimo la crescita si fermerà all’1%, l’inflazione soltanto allo 0,7%. Però, esaurite le munizioni dei tassi di interesse e in attesa di vedere gli effetti degli stimoli lanciati in estate, per la Bce è ancora presto per pensare a nuove misure.

Published in Economia
Venerdì, 21 Novembre 2014 10:55

Draghi, improbabile ripresa anche nel 2015

L’inflazione inasprisce il valore monetario

Published in Economia
Domenica, 16 Novembre 2014 10:19

La lezione di Federico Caffè per la Bce

 

ROMA - Recentemente, anche nel mezzo di una crescente contestazione giovanile e studentesca,  Mario Draghi è venuto a Roma per celebrare il centenario della nascita dello scomparso economista Federico Caffè. Draghi era stato suo allievo all’Università La Sapienza di Roma.  Parlando della “eredità di pensiero” di Caffè, il governatore della Bce ha ricordato come per il professore “fare politica economica significasse: analisi della realtà, rifiuto delle sue deformazioni, impiego delle nostre conoscenze per sanarle”.  

Published in Focus Economia

I risultati degli stress test della Banca centrale europea arriveranno solo domenica, ma già cominciano a filtrare le prime indiscrezioni. Secondo l’Efe, almeno 11 banche si avviano verso una bocciatura da parte del futuro supervisore unico. In molti casi l’agenzia spagnola ha fatto nomi e cognomi: si tratterebbe delle italiane Banco Popolare, BPM e Montepaschi, delle greche Alpha Bank, Piraeus ed Eurobank, della portoghese BCP, della belga Dexia e dell’austriaca Erste. 

Published in Economia

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]