ECONOMIA

Bortolussi: “Per molti imprenditori è stata evitata una nuova stangata”. Ma rispetto a quando si pagava l’Ici, la tassazione sui capannoni è mediamente raddoppiata

Published in Economia

ROMA - Secondo la Cgia, la crisi ha «colpito» anche il lavoro nero. I posti di lavoro irregolari persi tra il 2007 e il 2012 ammontano a oltre 106.000 unità.

Published in Economia

Chiamati al versamento della prima rata saranno oltre 7 milioni (pari al 40% del totale) su quasi 18 milioni di contribuenti

Published in Economia

Secondo una stima della Banca d’Italia sono poco più di 75 miliardi (*) , ma l’indagine esclude  le aziende con meno di 20 addetti e le imprese che operano nella sanità e nei servizi sociali (**). Per questo la CGIA ritiene che il debito complessivo superi i 100 miliardi di euro

Published in Economia

Tra il 2009 e il 2013 ci sono stati 59.570 fallimenti. L’anno scorso le banche hanno tagliato 53 miliardi di prestiti alle imprese

Published in Economia

VENEZIA - Secondo i calcoli effettuati dall’Ufficio studi della CGIA, se adottassimo  il quoziente familiare alla francese le famiglie italiane con redditi medio-bassi subirebbero un vero e proprio choc fiscale. Negli esempi riportati più sotto, la CGIA segnala che ha tenuto conto anche degli 80 euro che nei prossimi giorni una parte dei lavoratori dipendenti riceveranno in busta paga grazie al “bonus Renzi”.

Published in Economia

Cgia. Mediamente un under 30 percepisce 977 euro al mese: la quasi totalità dei giovani beneficerà degli 80 euro in più in busta paga  previsti dal Governo Renzi

Published in Economia

VENEZIA - Secondo l’ultima rilevazione relativa al mese di marzo, il Veneto risulta essere l’unica Regione d’Italia in deflazione. Un processo che sembra ormai inarrestabile anche nel resto del Paese, visto che il dato medio nazionale si è attestato al +0,4%. La contrazione dei consumi delle famiglie italiane e il raffreddamento dei prezzi dei prodotti e dei servizi hanno ormai raggiunto livelli allarmanti.

Published in Economia
Sabato, 12 Aprile 2014 18:47

Cgia. Le case sono strangolate dal fisco

Rispetto all’anno scorso, nel 2014 i proprietari di immobili dovrebbero pagare 4,6 miliardi di euro in più. Tra Imu, Tasi al 2 per mille e Tari, nel 2014 gli italiani pagheranno 32,5 miliardi

Published in Economia

ROMA - Il ministero dell’Economia ha diffuso i dati statistici relativi alla dichiarazioni Irpef dei contribuenti soggetti all’imposta (ovvero, 41,4 milioni di cittadini). Le rilevazioni pubblicate consentono di farsi un’idea in merito all’evoluzione delle condizioni economiche degli italiani che, nel 2012, hanno guadagnatoin media 19.750 euro all’anno, mezzo punto percentuale in più rispetto all’anno precedente.

Published in Economia

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]