Sabato, 06 Luglio 2013 09:55

Vocazione turistica. Idee del lavoro per il rilancio del Paese

Scritto da

ROMA - #Vocazioneturistica, vuole essere un momento di dibattito aperto, una palestra vera in cui liberare le idee e concentrare differenti e opposti contributi su quello che il turismo  è, o meglio, dovrebbe essere nel 2013 per l'Italia.  

Come cambia la domanda, quali sono i dati relativi all’offerta turistica, e le nuove dinamiche del lavoro, sono il punto di partenza, scientifico, sul quale avviare il dibattitto con i maggiori esponenti politici ed istituzionali del settore, per avviare una riflessione sul presente, ma soprattutto porre le basi per un cambiamento futuro.

“Vorremmo un dibattito libero, ma costruttivo, tra i principali soggetti che si occupano di turismo” afferma Cristian Sesena segretario nazionale della Filcams Cgil e responsabile del settore, “fare proposte, creare sinergie, per rilanciare un settore strategico per l’economica italiana, e migliorare la condizione di chi lavora nel turismo, vera colonna portante dell’economia del paese.”

Vocazione turistica
Roma, lunedì 8 luglio 2013 dalle ore 18 a Villa Torlonia Roma
APRI LA LOCANDINA

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

artemagazine.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]