Giovedì, 01 Giugno 2017 13:34

Galletti: preoccupati da Trump su accordo Parigi, ma si va avanti

Scritto da

MILANO - Sulla posizione espressa dal presidente Usa, Donald Trump, in merito all'accordo sulclima di Parigi "chiaramente la preoccupazione c'è.

Anche se dico con molta chiarezza che l'Italia, come credo tutta l'Europa, andrà avanti sull'accordo di Parigi, anche con maggiore spinta. Indietro non si torna. Ma farà fatica a tornare indietro anche l'America". Lo ha dichiarato il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti a margine del Festival dello Sviluppo Sostenibile. "Forse potrà tornare indietro Trump, non so quanto lo seguiranno i cittadini e quanto lo seguirà il mondo economico su questa posizione, perché fare politica ambientale oggi conviene anche alle aziende, è una questione di competitività non soltanto ambientale", ha aggiunto Galletti. Quanto, invece, all'apertura della Cina al tema dell'ambiente, secondo Galletti, il gigante asiatico "ha questo problema evidente, lo conosce e lo sta scontando sul proprio territorio. E ha capito quello che non ha capito Trump: che conviene farla. Quindi credo che la leadership la prenderanno sicuramente i cinesi. L'Europa l'ha avuta in tutti questi anni e continuerà a esercitarla". In merito allo stato dei contatti con la Cina, Galletti ha spiegato che sarà "in Cina a metà giugno e parleremo anche di questo". 

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077