Domenica, 08 Ottobre 2017 11:18

Nobel per la pace. “Diritti all’informazione”, il libro di Pressenza

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Il Nobel per la Pace 2017 a ICAN, la campagna internazionale contro le armi nucleari per “il suo lavoro nel portare l’attenzione sulle conseguenze umanitarie catastrofiche di qualsiasi uso delle armi nucleari e per i suoi sforzi fondamentali per ottenere un trattato che metta al bando queste armi” è un importante riconoscimento agli oltre 400 partner che si battono per identico traguardo.

Tra questi Pressenza: agenzia stampa internazionale specializzata in umanesimo, pace, nonviolenza, diritti umani, disarmo e non discriminazione che, composta di volontari, emette in rete notizie giornaliere in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese, greco e catalano. www.pressenza.com/it/

Pressenza ha appena presentato in tutta Italia “Diritti all’InformAZIONE Giornalismo per la nonviolenza 2014-2016”, un libro che raccoglie le tappe più indicative del suo impegno. L’intervista sul caso Regeni di Olivier Turquet a Riccardo Noury, Portavoce di Amnesty International; quella di Anna Polo a Gino Strada su nonviolenza e diritto alle cure e a Moni Ovadia sul diritto all’accoglienza; l’intervista sul microcredito di Leopoldo Salmaso a Muhammad Yunus, premio Nobel per la pace 2006; sono solo alcune delle voci raccolte. 

Pressenza fornisce dati e rapporti che difficilmente riusciremmo a trovare sulla stampa di grande diffusione. Il libro raccoglie editoriali di rara esaustiva incisività: ad esempio quelli di Dario Lo Scalzo su “Guerra in Libia: la Clinton inchiodata da registrazioni segrete“ o “Le banche finanziatrici dei produttori di armi nucleari; Javier Tolcachier con “Sviluppo sostenibile: il disarmo deve essere l’obiettivo numero uno” da un’idea chiara del nostro travagliato mondo e di cosa realmente occorra per avere un futuro. Molti di noi non sanno o sono male informati nonostante la comunicazione sembri a portata di tutti: Olivier Turquet in “Come cambia una notizia” e Tony Robinson in “Notizie o propaganda?” raccontano come la manipolazione trasformi l’informazione. 

A proposto della certezza di avere la verità in tasca, tipica di giornalisti più inclini a catechizzare che a essere maieuti, nel suo editoriale Tony Robinson scrive: “In Pressenza sappiamo che la pace e la nonviolenza non sono argomenti molto ‘sexy’. Sappiamo che non siamo ancora riusciti a spezzare la forza dei media ufficiali, ma almeno siamo consapevoli di AVERE un punto di vista e di non essere obiettivi. Lo accettiamo e lo pubblichiamo: ciò che consente all’umanità di svilupparsi è buono, ciò che glielo impedisce (la violenza) è cattivo”. Dimostrazione di onestà e rispetto dell’altro, ragione in più per conoscere la realtà che racconta Pressenza in “Diritti all’InformAZIONE Giornalismo per la nonviolenza 2014 – 2016 ”.

Diritti all’InformAZIONE

Giornalismo per la nonviolenza 2014 – 2016

Pag. 309 - Euro 12

Editore Multimage

Il libro può essere richiesto alla casa editrice:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.     

www.multimage.org 

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Cultura

Opinioni

Non solo coaching: Siamo pronti ad affrontare lo tsunami digitale?

Siamo nel pieno delle sfide del mondo 4.0, una rivoluzione non solo industriale, ma anche personale e professionale.

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La Magia del Coaching e l’Expecto Patronum!

Facendo seguito ad una serie di considerazioni lette sulle riviste, fatte da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, indicative di tanta confusione sul contesto del coaching, colgo questa occasione come...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077