Venerdì, 13 Febbraio 2015 13:58

Baby gang sgominata. Rapinavano coetanei e si vantavano su facebook

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - "Abbiamo colpito un altro bamboccio".

Questa la frase che un gruppo di minorenni scriveva su facebook dopo aver postato la fotografia di uno smartphone, di un tablet o di un capo di abbigliamento appena rapinati a un coetaneo. Si tratta di una baby gang sgominata dagli agenti del commissariato Vescovio di Roma al termine di un'indagine durata tre mesi e partita dalla denuncia di una delle vittime, rapinata nel garage del centro commerciale Porta di Roma. Il 15enne era stato circondato dagli altri ragazzini che, armati di un coltello, l'avevano costretto a consegnare il telefono cellulare.

Gli investigatori, diretti da Fabrizio Sullo, sono riusciti ad individuare tutta la banda composta da due romani, un albanese, un asiatico e un bengalese, di eta' compresa fra i 15 e i 17 anni. Il bengalese, 17enne, era finito ai domiciliari gia' un mese fa mentre gli altri quattro sono stati arrestati la scorsa notte su richiesta della procura del tribunale dei minorenni di Roma e si trovano ora nell'istituto Virginia Agnelli.    

Il gruppo si incontrava in piazza di Spagna e poi andava alla ricerca di 'vittime' da rapinare nei centri commerciali, a Villa Borghese e nelle stazioni della metropolitana. Al momento secondo gli investigatori sono emerse una quindicina di rapine compiute negli ultimi due mesi ma non si esclude che i colpi possano essere molti di piu'. Si tratta di ragazzi figli di impiegati mentre in un caso il ragazzino appartiene a una famiglia gia' con problemi sociali.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

Festival di Cannes

Cannes 71. In giuria prevalgono le Marianne

Al pubblico che si appassiona ai film in concorso non importa molto della giuria che li sceglie, ma è significativo che quest’anno al festival del cinema di Cannes, che si...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Cultura

Opinioni

Il corpo parla e può anche tradirci

Dal fondo della piazza non era possibile vedere bene la faccia di Mussolini affacciato al balcone di piazza Venezia durante le adunate oceaniche organizzate dal regime. Ma nei cinegiornali dell’epoca...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Così il cinema italiano ha raccontato l’Italia

Più di un  secolo di storia nazionale  in dodici indimenticabili  film  d’autore  Negli ultimi cento anni, il rapporto degli italiani con la politica, salvo lodevoli eccezioni come la guerra partigiana...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077