Lunedì, 12 Settembre 2016 07:32

Usura gestita dalla mafia: 4 arresti nel catanese

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

CATANIA - La Polizia di Stato di Catania sta eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 4 persone ritenute responsabili di usura e tentata estorsione con l'aggravante della forza di intimidazione e della condizione di assoggettamento e di omertà derivanti dall'appartenenza all'associazione mafiosa Cappello-Bonaccorsi e di avere commesso il reato a danno di soggetti che versavano in stato di bisogno.

Le indagini dei poliziotti della squadra mobile hanno fatto emergere un vorticoso giro di prestiti ad usura, gestito dalla madre di un boss dell'organizzazione Cappello - Bonaccorsi alla quale le vittime si rivolgevano per ottenere somme di denaro. Le vittime venivano pesantemente minacciate in caso di ritardo nella restituzione degli interessi o della sorte capitale. I particolari dell'operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 10.15 in Procura. 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Festival di Cannes

Cannes 71. Cate Blachett: “Quale Presidente di giuria non posso che sentirmi umi…

CANNES - L’attrice australiana Cate Blanchett presiederà la 71ma edizione del festival di Cannes che cadrà nel maggio 2018. “Torno a Cannes dopo anni come attrice e produttrice, per le...

Redazione - avatar Redazione

Cultura

Opinioni

Coaching: cosa è e a chi è utile

Liberare le potenzialità di una persona perché riesca a portare al massimo il suo rendimento; aiutarla ad apprendere piuttosto che limitarsi ad impartirle insegnamenti. ( Whitmore, 2006 ) 

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Garrincha e Audrey Hepburn: il giorno in cui morì la bellezza

Per una di quelle strane coincidenze della vita, a dieci anni l'uno dall'altra, ci hanno detto addio Garrincha, funambolo brasiliano così chiamato in quanto i suoi passi in campo somigliavano...

Roberto Bertoni - avatar Roberto Bertoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077