Venerdì, 16 Settembre 2016 14:30

Mattarella: Ciampi nel cuore degli italiani

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA  - "La morte di Carlo Azeglio Ciampi mi addolora profondamente.

Con grande intensita' esprimo i sentimenti di vicinanza, di solidarieta' e di gratitudine ai suoi familiari, sapendo di interpretare cosi' l'animo degli italiani, che hanno apprezzato e amato il loro Presidente della Repubblica, con il suo stile istituzionale, con la sua fedelta' alla democrazia e alla Costituzione, sempre attento alle parti piu' svantaggiate della societa', sempre appassionato in quel lavoro di rafforzamento dei fili che legano il nostro popolo". E' quanto ha dichiarato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Ciampi - ha proseguito Mattarella - e' stato un grande italiano e un grande europeo. La stima e la considerazione di cui la sua figura ha goduto e gode in tutto il Continente e nel mondo e' il giusto tributo a una vita spesa per il bene comune, e costituisce un grande privilegio per l'intero Paese. Anche grazie a uomini come Ciampi, l'Italia ha ottenuto e meritato un prestigio sul piano internazionale che oggi va a beneficio dell'intera nostra comunita'. Le grandi capacita' di Ciampi e il suo forte senso delle istituzioni lo hanno portato a svolgere con maestria le funzioni di Governatore della Banca d'Italia e, anche in momenti difficili, e' riuscito a conseguire risultati preziosi. Quando e' stato chiamato, in uno dei passaggi piu' drammatici della vicenda repubblicana, ad assumere la guida del governo nazionale, ha adempiuto al proprio dovere mostrando altissime qualita', unite a un profondo rispetto per il Parlamento".

"E' stato un vero uomo di Stato, che ha prestato con visioni lungimiranti il suo servizio in ruoli di grande rilevanza politica - presidente del Consiglio e ministro del Tesoro - avendo nella mente e nel cuore - ha aggiunto Mattarella - una incrollabile fede democratica e la profonda convinzione che l'Italia ha nella sua gente e nella sua societa' le risorse per generare un nuovo sviluppo e per contribuire, in modo decisivo, al rilancio del progetto europeo. Ciampi ha legato il suo nome alla nascita dell'euro, e alla non scontata partecipazione dell'Italia al gruppo di testa". 

"La determinazione di Ciampi e' diventata un motore trainante per l'intero Paese. Ha poi sofferto per le incertezze e le contraddizioni dell'Unione europea, fino alle piu' recenti difficolta'. Se l'Italia tuttavia ha ancora un ruolo importante da giocare nel Continente, e se puo', a testa alta, collaborare per costruire il futuro comune, lo deve in buona misura alla passione e alla fede europeistica di uomini come Carlo Azeglio Ciampi. Quando fu eletto presidente della Repubblica, decise con grande energia di spendere il suo enorme capitale di credibilita' per unire il Paese. E il suo magistero di unita' ha incontrato l'ammirazione e il consenso degli italiani. Rinsaldare le radici storiche, ridare significato e valore ai simboli nazionali era per lui tutt'uno con la costruzione di un futuro migliore, di un'Italia aperta al mondo perche' protagonista in Europa. Gli italiani - ha concluso il Presidente Mattarella - non dimenticheranno il presidente Ciampi. Continueranno ad apprezzarlo, e a considerarlo un esempio di competenza, di dedizione, di generosita', di passione. Ai suoi familiari e ai suoi amici, accanto al ricordo incancellabile dei momenti piu' intimi, il privilegio e la responsabilita' di tenere viva la memoria pubblica di Carlo Azeglio Ciampi. Sono certo che tutte le istituzioni saranno al loro fianco e daranno loro il massimo sostegno". 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

Festival di Cannes

Cannes 71. In giuria prevalgono le Marianne

Al pubblico che si appassiona ai film in concorso non importa molto della giuria che li sceglie, ma è significativo che quest’anno al festival del cinema di Cannes, che si...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Cultura

Opinioni

Il corpo parla e può anche tradirci

Dal fondo della piazza non era possibile vedere bene la faccia di Mussolini affacciato al balcone di piazza Venezia durante le adunate oceaniche organizzate dal regime. Ma nei cinegiornali dell’epoca...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Così il cinema italiano ha raccontato l’Italia

Più di un  secolo di storia nazionale  in dodici indimenticabili  film  d’autore  Negli ultimi cento anni, il rapporto degli italiani con la politica, salvo lodevoli eccezioni come la guerra partigiana...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077