Menu
Dj Fabo: muoio lontano, ignorato dallo Stato

Dj Fabo: muoio lontano, ignorato dallo Stato

ROMA - Dj Fabo e' morto, come aveva deciso per...

Il jazz: storia e passione in musica

Il jazz: storia e passione in musica

Nacque nei bordelli e nei locali malfamati di New Orleans...

*Ue: omicidio Netsov "un atto vergognoso di violenza"

*Ue: omicidio Netsov "un atto vergognoso di violenza"

MOSCA - L'Unione europea ribadisce "l'importanza di portare alla giustizia,...

Gli Oscar dell’era Trump all’insegna delle gaffes

Gli Oscar dell’era Trump all’insegna delle gaffes

Miglior film “Moonlight” di Barry Jenkins, a Emma Stone e...

Teatro Sistina. "Il Mistero dell’assassino misterioso". Da non perdere

Teatro Sistina. "Il Mistero dell’assassino misterioso". Da non perdere

ROMA - Al Teatro Sistina ha debuttato un lavoro assai...

Teatro Manzoni. “Un amore”. Recensione

Teatro Manzoni. “Un amore”. Recensione

ROMA – Il libero adattamento di Carlo Alighiero di “Un...

Trump esclude stampa nemica da briefing. Media in rivolta

Trump esclude stampa nemica da briefing. Media in rivolta

WASHINGTON - Sale il tono dello scontro tra i media...

Paramentri di Maastricht: meno di 1 Paese du 2 li rispetta

Paramentri di Maastricht: meno di 1 Paese du 2 li rispetta

Secondo l’elaborazione effettuata dall’Ufficio studi della CGIA, tra i 28...

Journées du Livre Européen . A Parigi arriva “Sette storie per fare la cacca”

Journées du Livre Européen . A Parigi arriva “Sette storie per fare la cacca”

PARIS –Dans le cadre des Journées du Livre Européen et Méditerranéen. 

Teatro Marconi. “Per sempre malgrado tutto”. Recensione

Teatro Marconi. “Per sempre malgrado tutto”. Recensione

Un atto unico di settanta minuti che volano via veloci.Ognuno...

Prev Next

Cucchi. Rinvio a giudizio per i 5 Carabinieri

Cucchi. Rinvio a giudizio per i 5 Carabinieri

ROMA - Rinvio a giudizio per 5 carabinieri, indagati nell'inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi, è stato chiesto oggi dalla Procura della Repubblica di Roma.

A firmare la richiesta di giudizio il procuratore della Repubblica Giuseppe Pignatone e il pubblico ministero Giovanni Musarò. Per l'accusa di omicidio preterintenzionale e di abuso di autorità secondo la richiesta a giudizio dovrebbero andare tre carabinieri accusati d'aver pestato Cicchi mentre per altri due carabinieri si richiede il giudizio per i reati di calunnia e di falso.

Per l'accusa di omicidio preterintenzionale e abuso di autorità dovrebbero essere rinviati a giudizio i carabinieri Alessio Di Bernardo, Raffaele D'Alessandro e Francesco Tedesco. All'epoca del fatto prestavano servizio alla stazione dei carabinieri di Roma Appia. Sono loro che arrestarono Cucchi in flagranza di reato perchè trovati in possesso di stupefacenti. A Tedesco inoltre si contesta anche l'accusa di falso. Ai carabinieri Roberto Mandolini comandante interinale della stazione Appia vengono contestati i reati di calunnia e falso mentre l'accusa di calunnia è contestata ancora al carabiniere Tedesco nonchè a Vincenzo Nicolardi. 

"Sono emozionata, finalmente ci siamo”, sono state le prime parole di Ilaria Cucchi, commentando la notizia della richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Procura di Roma nei confronti dei cinque carabinieri. "E' il momento migliore - ha aggiunto - proprio in occasione dell'associazione dedicata a Stefano che presentero' il 18 febbraio".  "E' un traguardo eccezionale”, ha detto invece Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi. “Ce lo aspettavamo - ha aggiunto - ora potremo vedere tutte le carte processuali e tutto il lavoro svolto dalla Procura". 

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208