Giovedì, 02 Marzo 2017 17:54

Dj Fabo: su sito clinica le sue parole per rendergli omaggio

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

MILANO - "E' veramente una vergogna che nessuno dei parlamentari abbia il coraggio di mettere la faccia per una legge che e' dedicata alle persone che soffrono, e non possono morire a casa propria, e che devono andare negli altri paesi per godere di una legge che potrebbe esserci anche in Italia".

Sono le parole di Fabiano Antoniani, noto come dj Fabo e morto lunedi' scorso per suicidio assistito in Svizzera, che campeggiano sulla parte alta del sito on line della clinica 'Dignitas', dove l'uomo e' deceduto. La struttura svizzera, che si trova vicino a Zurigo, dunque, ha deciso di rendere omaggio ad Antoniani riportando quelle parole sul suo sito e in una sezione intitolata 'Citazione del mese'. Le parole pubblicate erano parte di un appello che dj Fabo, che gia' si era rivolto anche al presidente della Repubblica, fece a fine febbraio a favore del ddl sul Biotestamento. 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

Festival di Cannes

Cannes 71. In giuria prevalgono le Marianne

Al pubblico che si appassiona ai film in concorso non importa molto della giuria che li sceglie, ma è significativo che quest’anno al festival del cinema di Cannes, che si...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Cultura

Opinioni

Il corpo parla e può anche tradirci

Dal fondo della piazza non era possibile vedere bene la faccia di Mussolini affacciato al balcone di piazza Venezia durante le adunate oceaniche organizzate dal regime. Ma nei cinegiornali dell’epoca...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Così il cinema italiano ha raccontato l’Italia

Più di un  secolo di storia nazionale  in dodici indimenticabili  film  d’autore  Negli ultimi cento anni, il rapporto degli italiani con la politica, salvo lodevoli eccezioni come la guerra partigiana...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077