FATTI & OPINIONI
Sandro Marucci

Sandro Marucci

Domenica, 18 Febbraio 2018 16:57

Un orto su Marte ci salverà

“Il mondo scientifico si sta preparando ad andare su Marte e in Italia si fa la guerra ai vaccini”. A dichiarare esplicitamente il paradosso è il responsabile del laboratorio di biotecnologie dell’Enea, Eugenio Benvenuto, interpellato su un ambizioso progetto al quale sta lavorando insieme con altri scienziati: il cosiddetto “orto marziano” che dovrà produrre verdure particolarmente sostanziose e selezionatissime destinate ad arricchire la dieta degli astronauti. 

Recentemente la Chiesa ha dichiarato che la Sacra Sindone, conservata a Torino, è un oggetto di culto e come tale venerato da milioni di cristiani, quindi la sua eventuale inautenticità storica non ne intacca il valore spirituale.

Da qualche anno Woody Allen si concede, lui che, il 1° dicembre ne compie ottantadue, un film in uscita per l’anniversario della sua nascita. Woody, che dice di detestare i compleanni, dovrà comunque festeggiare perché sarà sugli schermi Wonder Wheel, ovvero “La ruota delle meraviglie”, la nuova opera nella quale ha diretto attori del calibro di Kate Winslet, Jim Belushi e Justin Timberlake: una storia drammatica ambientata negli anni Cinquanta ai piedi della ruota panoramica di Coney Island. La fotografia è firmata dal premio Oscar Vittorio Storaro. 

 Alda Merini si è spenta, a settantotto anni, il primo novembre 2009. Ha avuto funerali di Stato con camera ardente in Duomo. La sua tomba è nel cimitero monumentale di Milano nella cripta del Famedio destinata alla sepoltura dei personaggi illustri. Dopo una vita più che difficile, dentro e fuori dalle cliniche psichiatriche e un lungo periodo di difficoltà economiche, una morte con tanti onori. 

ROMA (nostro inviato) Cinquant’anni fa, nell’aprile   1967 moriva Antonio de Curtis, principe di Bisanzio, in arte Totò. I funerali nella chiesa di piazza Euclide a Roma richiamarono una folla immensa che riempì la piazza, peraltro vasta, e alcune vie circostanti. Fu un avvenimento, già allora mediatico: giornali e televisione si erano mobilitati.

ROMA - In principio si chiamava “Cinema. Festa Internazionale di Roma”. L’aveva voluta Walter Veltroni, sindaco di Roma al secondo mandato, non tanto per fare concorrenza alla Mostra di Venezia, come fu accusato dalle destre, ma per dare a Roma un’allegra manifestazione cinematografica che fosse degna di una capitale europea. Era il 2006.

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero del Verano, nonostante avesse lasciato scritto che avrebbe voluto fossero sparse nella campagna di Agrigento, sulle radici di un pino.

Tornano libri e mostre sugli anni di piombo, un periodo collettivamente rimosso 

Più d’una volta, nei racconti di Andrea Camilleri, di cui è protagonista il commissario Salvo Montalbano, ricorre la citazione: “Prese un romanzo di Simenon e cominciò a leggere”. Oppure: “Fece come Maigret: decise di andare a mangiare”.

Gli scrittori di oggi hanno copiato dai titoli di coda dei film di ieri il vezzo di ringraziare tutti quelli che hanno collaborato alla fattura del film, fino all’ultimo elettricista. E ringraziano chi gli ha dato l’idea del libro, chi ha letto per primo il manoscritto, chi gli ha segnalato incredibili sviste, chi ha rivisto le bozze: per lo più sono componenti della famiglia coinvolti volenti o nolenti nell’impresa.

Pagina 1 di 11

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077