ROMA - E' arrivata la Primavera e le chiassose rondini fendono il cielo, ma camminiamo a testa bassa sul marciapiedi in ombra, la mente ingombra di pensieri molesti, rabbia e preoccupazioni.

Sabato, 25 Febbraio 2012 19:19

Le rêve dans un rêve. I sogni di Agnes

Scritto da

Non sono mai state solamente fotografie quelle che scatta mia sorella Agnès . "Le rêve dans un rêve" appartiene alla nostra infanzia e adolescenza poco prima degli anni '60 e contiene il nostro inconscio, la cultura mitteleuropea di quegli anni a Parigi, cultura anticonformista, aggressiva e poetica contemporaneamente.

Mercoledì, 08 Febbraio 2012 17:49

Viaggio al termine della notte

Scritto da

"E' così bello cambiar lavoro, non essere ripetitivi; si fanno nuove esperienze ". Chissà quante belle esperienze avrà fatto il Professore per spingerci alla duttilità, sopratutto quando abbiamo passato anni per specializzarci con masters che ci hanno dissanguati. Il punto comunque non è cambiar lavoro, ma trovarlo!

Mercoledì, 01 Febbraio 2012 17:54

L'onore del maschio

Scritto da

Lui è un dirigente. Probabilmente gioca a golf  e colleziona maglie di cachemere. Avrà una bella casa, una barca, una macchina di lusso; nessuna restrizione economica.

Sabato, 21 Gennaio 2012 16:09

La vergogna senza volto

Scritto da

Una volta, l'uomo era fiero, forte e coraggioso. Si insegnava ai maschietti che il pianto era un segno di debolezza, di mollezza consentito solamente alle femmine. Gli uomini appartenevano al sesso forte, le donne al sesso debole.

Roma negli anni 60, in centro, odorava di cuoio e basilico. Nei caffè, la gente parlava forte e rideva. Tutti, avevamo negli occhi la luce frizzante di una promessa. Gli intellettuali francesi avevano da poco rilegate in cantina le vecchie pipe per l'oppio, gli industriali italiani aspiravano cocaina senza timore su vassoi d'argento; per tanti una birra all'uscita della catena di montaggio, per pochi un Jack Daniel's nei primi piano bar con le poltrone di pelle.

Direi - per le tante storie vere sentite a favore della mia teoria - che i "legami di sangue" sono un'invenzione maschilista per controllare le donne e i bambini  e  benedire la famiglia sapendo di bestemmiare e approfittarne  alla grande.

Può capitare all'improvviso la vecchiaia, oppure farsi strada lentamente. Se ne sta racchiusa nella sabbia dorata di una clessidra a segnare il tempo, scompigliare dune, beffarsi dei libri di geografia.

Domenica, 28 Agosto 2011 19:55

Miss sotto vuoto. I sederi parlano

Scritto da

ROMA - Saranno una trentina in cerca di gloria e di guai: un titolo di Miss, qualunque sia, da esibire stampato sulla fascia di tessuto chiaro di cattiva qualità che ingiallirà nell'oscurità di un cassetto o di una valigia chiusa a chiave dimenticata in soffitta. Effimero istante annebbiato dall'adrenalina, il sudore e lo sfinimento al rintocco della mezzanotte di un giorno,  di una serata speciale.

Pagina 1 di 3

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: Siamo pronti ad affrontare lo tsunami digitale?

Siamo nel pieno delle sfide del mondo 4.0, una rivoluzione non solo industriale, ma anche personale e professionale.

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La Magia del Coaching e l’Expecto Patronum!

Facendo seguito ad una serie di considerazioni lette sulle riviste, fatte da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, indicative di tanta confusione sul contesto del coaching, colgo questa occasione come...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077