Rassegnata Stampa

Mercoledì, 27 Novembre 2013 16:35

Il caro leader

Scritto da

Più che la sostanza, come molte altre volte in questo sventurato paese, conta il simbolo.

Fa un caldo terribile.  Perturbazioni africane e venti del deserto coprono l’intero paese.
Le temperature schizzano in alto.

In assenza di fatti significativi, a parte la  difesa di Alfano attraverso il voto di fiducia richiesto da Letta sulla vicenda Shalabayeva e le usuali manfrine e ricatti dei depuati  pidiellini in attesa dell’ennesima sentenza a carico del loro Impresario, l'attenzione si è riversata, o meglio si è indirizzata per forza d'inerzia, verso le gesta di ordinari gaglioffi, più o meno noti, tutti tesi a gestire varia et molesta frauda etiam sperar di farla francha,  in laude all’italico principium che qui “così fan tutti” e che “bisogna battere il ferro finchè è caldo”, in considerazione che “è meglio un giorno da leone…” etc etc.

Dopo la commedia all'italiana, che ci ha visto creatori e maestri di un tipo, di un modo di interpretare e affrontare il mondo, è stato finalmente consegnato (complice anche il caldo) agli onori della storia e della critica un nuovo genere artistico, politico e sociale che promette di restituirci il primato del tempo che fu: il Surrealismo Reale.

Revival.
La settimana inizia con un gradito ritorno (era tempo che non accadeva e si pensava che fosse completamente passato di moda): il colpo di stato dei militari (in Egitto).

ROMA - Tutta Italia o quasi , con il fiato sospeso (Olgettine  ed Emilio Fede compreso) in attesa della sentenza Ruby che arriva puntuale lunedì.

Sette giorni torridi hanno avvolto la penisola come un panno bollente e naturalmente non si sono fatti attendere i primi effetti del caldo.
Tra i tanti segnaliamo il più pietoso.

Pagina 1 di 7

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077