Martedì, 07 Marzo 2017 15:23

Siria, allarme per la salute mentale dei bambini

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - "A sei anni dall'inizio del conflitto in Siria, sono 5,8 milioni i bambiniche vivono ancora sotto i bombardamenti e hanno bisogno di aiuti e un bambino su quattro rischia conseguenze devastanti sulla salute mentale".

E' quanto ha denunciato Save The Children nel suo ultimo rapporto intitolato 'Ferite invisibili', nel quale si sottolinea che "almeno 3 milioni di bambiniche hanno oggi sei anni non hanno mai conosciuto altro che la guerra". Nel rapporto, l'Organizzazione internazionale indipendente dedicata dal 1919 a salvare i bambiniin pericolo e tutelarne i diritti, per la prima volta indaga - attraverso interviste e testimonianze raccolte tra adulti e minori all'interno del Paese - l'impatto psicologico sui bambinicoinvolti nel conflitto siriano. "Due bambinisu tre dicono di aver perso qualcuno che amavano, la loro casa è stata bombardata o sono rimasti feriti a causa del conflitto. Il 50% degli adulti denuncia che gli adolescenti ormai fanno uso di droghe per affrontare lo stress, le violenze domestiche sono aumentate e il 59% degli intervistati conosce bambinie ragazzi reclutati nei gruppi armati, alcuni anche sotto i sette anni", ha evidenziato Save The Children. 

"Secondo l'81% degli adulti intervistati, i bambinisono diventati più aggressivi, sia nei confronti dei genitori e dei familiari che degli amici. Sono tantissimi i bambiniche soffrono di minzione involontaria e di frequente enuresi notturna e quelli che la notte non riescono a dormire per gli incubi, la paura del buio, dei bombardamenti, della perdita della famiglia. La metà degli adulti intervistati denuncia che molti bambinicommettono atti di autolesionismo, che sfociano spesso in tentativi di suicidio", ha proseguito l'organizzazione internazionale. "Questa ricerca dimostra che le conseguenze del conflitto sui bambinisiriani sono devastanti. bambiniche sognano di morire per poter andare in paradiso e avere così un posto dove poter mangiare e stare al caldo o che sperano di essere colpiti dai cecchini per arrivare in ospedale e magari poter scappare dalle città assediate. Genitori che preferiscono dare in spose le proprie figlie ancora bambine perché non possono occuparsi di loro, generandone la disperazione che in alcuni casi le porta addirittura al suicidio. bambinilasciati orfani della guerra che pur di avere qualcosa da mangiare si uniscono ai gruppi armati", ha dichiarato Valerio Neri, direttore generale di Save the Children Italia. 

"Sono 3,7 milioni i bambiniche sono nati durante il conflitto e quelli che hanno meno di 12 anni hanno passato già la metà della loro vita in una condizione di continuo imminente pericolo - ha denunciato Save The Children nel rapporto - Molti di loro soffrono di incubi notturni e hanno difficoltà ad addormentarsi per il terrore di non svegliarsi più. La mancanza di sonno e di riposo è estremamente pericolosa per la salute fisica e mentale dei bambinie può portare a gravi conseguenze di natura psichiatrica nonché a malattie a volte mortali". "Sono tantissimi i bambiniche smettono di parlare, che soffrono di tremendi mal di testa, difficoltà a respirare e paralisi temporanee degli arti. E tanti i  banbini e gli adolescenti che per combattere la paura si rifugiano nelle droghe, nell'alcool o compiono atti di autolesionismo. In soli due mesi nella città assediata di Madaya, lo staff medico ha segnalato a Save the Children almeno 6 casi di bambiniche hanno tentato il suicidio, il più giovane aveva 12 anni. Una delle principali paure dei bambiniè quella di essere strappati alle famiglie e ai loro cari con violenza. Due bambinisu tre dicono di aver perso uno dei loro cari. Molti hanno visto uccidere i propri genitori, familiari, amici o li hanno persi perché sono spariti o sono stati arrestati", si sottolinea nel rapporto.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Festival di Cannes

Cannes 70. A sorpresa vince “The square”. Tutti i premiati

CANNES -  La giuria del  Festival Internazionale del Film di Cannes  presieduta da Pedro Almodovar e composta da Maren Ade, Jessica Chastain, Fan Bingbing, Agnès Jaoui, Park Chan-wood, Will Smith, Paolo Sorrentino, Gabriel...

Redazione - avatar Redazione

Cultura

Opinioni

Roma: governata con i piedi (dei turisti nelle fontane)

A Roma, invasa dai turisti e oppressa da un caldo africano, le fontane soprattutto le più storiche e artistiche sono prese d’assalto da centinaia di persone che cercano refrigerio mettendo...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Torino. Intoccabili i venditori di alcolici in bottiglia?

TORINO - Qualche volta succede in sperduti paesini siciliani del triangolo della mafia, o nei vicoli dei quartieri spagnoli di Napoli: gli abitanti si rivoltano contro le forze dell’ordine impegnate...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208