Menu
Serve ancora ricordare e celebrare il 25 aprile?

Serve ancora ricordare e celebrare il 25 aprile?

ROMA - Ogni anno torna la stessa domanda, qualcuno la...

Jobs Act: ecco chi ha trovato lavoro

Jobs Act: ecco chi ha trovato lavoro

Con l’avvento del jobs act gli impiegati, le segretarie, i...

Girovago e Rondella e il teatro mobile … da non perdere

Girovago e Rondella e il teatro mobile … da non perdere

Improvvisamente un autobus parcheggia nella piazza principale (e pedonale) di...

Fermiamo i signori della guerra

Fermiamo i signori della guerra

Trovo vergognosa l’indifferenza con cui noi assistiamo a una ‘guerra...

Gelato Festival Europa  parte alla conquista dell'Europa

Gelato Festival Europa parte alla conquista dell'Europa

Compie otto anni la prima manifestazione itinerante del gelato artigianale...

Corea del nord agli Usa: vi cancelleremo da cartina geografica

Corea del nord agli Usa: vi cancelleremo da cartina geografica

PYONGYANG - Un sito ufficiale nordcoreano ha avvertito gli Stati...

Elezioni Francia, Macron e Le Pen al ballottaggio

Elezioni Francia, Macron e Le Pen al ballottaggio

PARIGI - I risultati definitivi del primo turno delle presidenziali...

Sala Umberto. “Uno nessuno centomila”e un grande Enrico Lo Verso

Sala Umberto. “Uno nessuno centomila”e un grande Enrico Lo Verso

ROMA – “Uno nessuno centomila” è l’ultimo romanzo di Luigi...

Mattarella con Amnesty a difesa dei diritti umani

Mattarella con Amnesty a difesa dei diritti umani

ROMA - Il rispetto e la promozione dei diritti umani...

Francia. 47 milioni al voto per le presidenziali

Francia. 47 milioni al voto per le presidenziali

PARIGI - Urne aperte per 47 milioni di cittadini francesi,...

Prev Next

Allarme Onu, il mondo verso una catastrofe umanitaria

Allarme Onu, il mondo verso una catastrofe umanitaria

NEW YORK. - Il mondo vive la peggiore crisi umanitaria dal 1945, una crisi per carestia che mette a rischio circa 20 milioni di persone. L'allarme e' dell'Onu che ha lanciato un appello per evitare "una catastrofe". "Siamo in un momento critico della storia.

Gia' all'inizio dell'anno stiamo affrontando la peggiore crisi umniataria dalla creazione delle Nazioni Unite", ha detto al consiglio di Sicurezza del Palazzo di Vetro il responsabile umanitario dell'organizzazione, Stephen O'Brien. A questa situazione si somma ora una possibile carestiain quattro Paesi, Sudan del Sud, Somalia, Yemen e il nord-est della Nigeria. A febbraio l'Onu aveva allertato che circa 20 milioni di persone di queste nazioni sono in una situazione di carestia o di rischio attendibile di finire in una situazione critica nei prossimi sei mesi. L'Onu utilizza il termine carestia solo quando in una zona si registrano determinati livelli di mortalita', denutrizione e fame, situazioni estreme e molto poco abituali, con appena una decina di casi negli ultimi trent'anni. "Senza uno sforzo globale collettivo e coordinato, la gente semplicemente morita' di fame", ha aggiunto O'Brien, che ha informato il Consiglio delle sue recenti visite in Yemen, Sudan del Sud e Somalia per valutare la situazione umanitaria. il responsabile delle Nazioni Unite ha aggiunto che' e' necessaria una "iniezione immediata di fondi" per affrontare le necessita' in questi tre Paesi e nel nord-est della Nigeria: "Abbiamo bisogno di 4,4 miliardi di dollari entro luglio e questo e' una costo dettagliato, non una cifra da negoziare". 

Torna in alto
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin 
Redazione +39 393 5048930 
Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007
tel 06.83800205 - fax 06.83800208