Silvia Ferreri

Silvia Ferreri

Lunedì, 31 Ottobre 2016 16:41

Mamme precarie e cattivissime

A farci sentire ancora più in colpa, ancora più inadeguate, ancora più manchevoli, ci mancava l’ultimo studio su madri e lavoro dell’Università Bicocca condotto dal giuslavorista Riccardo Bonato, secondo il quale i figli delle madri precarie parlano più tardi e peggio dei figli delle donne con il posto fisso. 

Gentile ministra Lorenzin,

le scrivo due righe anche se ormai le hanno detto di tutto e aggiungere altro ormai è come sparare sulla croce rossa. 

ROMA - I residenti di Trastevere hanno firmato una petizione per chiedere alla presidente del primo municipio Sabrina Alfonsi di riavere indietro trenta posti auto che da un giorno all’altro sono passati da strisce blu a strisce gialle riservate ai Carabinieri. 

ROMA - Il Primo Maggio Luca Barbarossa ha aperto il concerto di Piazza San Giovanni con il ricordo di Giulio Regeni. “C’era un ragazzo di 28 anni che come noi amava la vita e la libertà. Si era laureato alla Cambridge University e aveva scelto l’Egitto per fare il ricercatore. 

ROMA - “Se durante l’assistenza al parto avete vissuto esperienze di abuso, maltrattamenti o violenza, vi chiediamo di scrivere la vostra esperienza su un foglio intitolandolo #bastatacere e postarlo.” Si apre così la pagina facebook dell’iniziativa #bastatacere, lanciata da Elena Skoko e Alessandra Battisti, rappresentanti italiane del Network internazionale “Human rights in childbirth" (Diritti umani alla nascita), dopo il successo negli Stati Uniti e in Croazia con l’hastag #breakthesilence. 

ROMA - Il termine lo ha inventato l’Istat. Le “lavoratrici scoraggiate” sono le donne inattive, quelle che hanno smesso di cercare lavoro, perché si sono stancate di lanciare sassi nel vuoto. L’ultima istantanea l’Istituto di Ricerca ce l’ha offerta qualche giorno fa: nel mese di febbraio quasi 50.000 donne sono diventate inattive per scoraggiamento. 

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077