Breadcrumbs

    Mercoledì, 05 Ottobre 2016 16:00

    "We animals": a Torino siamo tutti animali In evidenza

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (0 Voti)

    Alla GAM 40 scatti della fotoreporter canadese Jo-Anne McArthur, ne raccontano il mondo tra un un estremo e l'altro: dai mattatoi e gli istituti di ricerca, dove vengono torturati e massacrati, ai santuari dove i fortunati salvati trovano una nuova vita, cure e libertà

    TORINO - Sono soltanto quaranta scatti, ma riescono a raccontare il mondo contrastato e controverso degli animali. Da un lato quelli sfruttati negli allevamenti intensivi o torturati per una ricerca spesso inutile o, al meglio, infruttifera, dall’altro quelli salvati e tutelati nei santuari sempre più diffusi in tutto il mondo, dove gli uomini hanno imparato a curarsi di loro ed ad offrire loro una vita dignitosa e rispettata, spesso dopo anni di maltrattamenti e di sofferenze inaudite.

    È il mondo degli animali raccontato dalla fotoreporter canadese Jo-Anne McArthur che nella mostra We animals, fino al 9 ottobre alla GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino in occasione del festival Torino Spiritualità e curata da Armando Buonaiuto e Valentina Sonzogni, presenta quaranta fotografie selezionate tra le migliaia di immagini che costituiscono il progetto We Animals, un archivio di ritratti di animali in allevamenti, laboratori, circhi, acquari, mercati, insieme a quelli di animali ospiti in santuari e immortalati nei loro habitat naturali.

    «Nel corso del mio lavoro di fotoreporter ho incontrato centinaia di migliaia di animali – spiega Jo-Anne McArthur – Ho incontrato animali che hanno patito sofferenze inimmaginabili e altri abbastanza fortunati da avere amici umani che si prendessero cura di loro. Sono stata nel cuore di stabilimenti di allevamento intensivo e di laboratori di sperimentazione medica, costruiti per spremere tanto più profitto quanto meno spesa possibile - di sforzo, dolcezza o denaro - dagli animali le cui vite vi iniziano e finiscono. Ma ho anche trovato persone e organizzazioni che offrono dedizione, affetto e risorse per nutrire e guarire quelli che erano stati abbandonati ed erano ormai allo stremo. Ho visto totale indifferenza e straziante compassione, ignoranza inconsapevole e tortura deliberata. Mi sono ritrovata in un mondo di sbarre, lezzo e disperazione; ma anche di vasti spazi e terra, di aria fresca e speranza. “We Animals” è il mio tentativo di rendere onore a quegli straordinari individui, umani e non, che ho incontrato durante il cammino».

    Il saggio fotografico del progetto We Animals è pubblicato in Italia da Safarà Editore (Noi animali, 2015).

    «Molte delle foto di Jo-Anne McArhur sono istantanee di sguardi non umani rivolti alla camera: occhi spaventati, smarriti, rassegnati, frustrati, angosciati, fiduciosi... – spiegano i curatori Armando Buonaiuto e Valentina Sonzogni - Ciascuna sua immagine è una provocazione al modo in cui abitiamo e possediamo il mondo che dagli animali abbiamo ereditato».

    Vademecum

    Dal 28 settembre al 9 ottobre
    GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino
    Mostra fotografica
    We Animals / Noi Animali
    di Jo-Anne McArthur
    a cura di Armando Buonaiuto
    GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea - via Magenta 31, Torino
    Da martedì a domenica dalle 11.00 alle 19.00 (la biglietteria chiude un’ora prima)
    A partire dal 3 ottobre: da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00
    Chiuso lunedì
    Info +39 011 4429518

    labo.jpg

    Tecnologia

    Focus Economia

    Il punto

    Fatti & Opinioni

    Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208

    Please publish modules in offcanvas position.