Scuola

Lunedì, 15 Settembre 2014 13:47

Scuola. Tagliano i fondi e la chiamano riforma

Scritto da

ROMA - Basta apparire! Così si intitolava il noto documentario del 2009 dedicato all'analisi del potere della comunicazione e quindi dei mass media nel mutamento sociale-antropologico di una nazione come l'Italia. Ora la riforma della scuola si può decidere di leggerla con le lenti dell'apparenza o con quelle della realtà. Guardando i colori, i caratteri, l'impaginazione accattivante del libello renziano o leggendone  - tra e sotto le righe - gli autentici contenuti.

ROMA - Le nuvole coprono di grigio il cielo serale di una Roma asfissiante quando le varie delegazioni degli abilitati di seconda fascia escono dal palazzo di Montecitorio. Sui loro visi lo stupore, l’incredulità, la rabbia, la delusione si mescolano come colori nell’acqua. Sono stati oltre due ore ad illustrare ai rappresentanti politici di PD, Forza Italia, M5S tutte le criticità di una riforma che, al di là dei fari abbaglianti degli annunci, vuole “estirpare come un batterio” 80.000 docenti abilitati di Stato.

ROMA - L’appuntamento è per oggi pomeriggio alle ore 14 in piazza Montecitorio. E’ qui che ci ritroveremo noi, gli “invisibili” della scuola, i docenti abilitati della seconda fascia delle graduatorie di Istituto, completamente ignorati e asfaltati dalla riforma Renzi.

ROMA - Tutto è iniziato con un timido proclama - uno tra i tanti- fatto da Davide Faraone, responsabile welfare e scuola del PD, alla Festa dell'Unità di Bologna una settimana fa: "Stiamo lavorando sulla riforma del sostegno".  In questi tempi, così folkloristicamente conditi di nuovismo e riformismo nostrano, al solo sentire queste parole c'è da mettersi in allarme.

ROMA - Ci avevate promesso, dopo almeno 5 anni di vuoto normativo, un'abilitazione (TFA) con alta selezione in ingresso con i posti basati sul fabbisogno calcolato in base ai pensionamenti: 22.000 posti totali su una platea di oltre 130.000 aspiranti. La promessa non è il ruolo, è doveroso dirlo, ma un canale privilegiato per le supplenze -la seconda fascia di istituto - all'interno della quale ci saremmo stati solo noi per la maggior parte delle supplenze, anche per quelle annuali.

 

GENOVA - Sala gremita all'Assemblea Scuola movimento 14 luglio tenutasi  a Palazzo Fieschi. Una partecipazione che ricorda la scuola attiva degli anni '70. Presto uscirà la rete stilerà un  comunicato con delle proposte  da condividere con la rete nazionale dei docenti che si stanno autoconvocando in tutto il Paese contro i tagli indiscriminati alla scuola.

 

ROMA - Ci aveva già provato il ministro Profumo nell'ottobre 2012, proponendo di aumentare di circa un terzo le ore frontali di lezione degli insegnanti, a parità di stipendio e con un contratto bloccato da sette anni. L'idea, allora,  era quella di “portare il livello di impegno dei docenti sugli standard dell'Europa occidentale”, come se bastasse un aumento di orario a modificare i risultati della scuola italiana ed allinearli a quelli europei. Naturalmente anche allora,  come oggi,  la proposta arrivò come un fulmine a ciel sereno, senza alcun dibattito tra gli addetti ai lavori.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Se il terrorismo si accanisce contro i giovani

La povera Valeria Solesin nella mattanza del Bataclan a Parigi, Fabrizia Di Lorenzo a Berlino e adesso i ragazzi accorsi a Manchester per seguire il concerto di Ariana Grande: non...

Roberto Bertoni - avatar Roberto Bertoni

Divorzio e separazione: ecco cosa cambia

La recente sentenza della prima sezione civile della Cassazione (n. 11505/17) conferma le decisioni dei due gradi di giudizio precedente ed esclude il diritto della ex-coniuge all’attribuzione dell’assegno divorzile in...

Andrea R. Catizone - avatar Andrea R. Catizone

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208