Giovedì, 02 Giugno 2011 13:11

Europride 2011. Claudia Gerini e Franca Valeri tagliano il nastro

Scritto da

ROMA - Pronti, partenza, via. Si apre il Roma Europride 2011. Gli ultimi frenetici ritocchi al make up, un grande respiro e via, che lo spettacolo abbia inizio. L'ansia sale, inizia il countdown. Stand di associazioni, enti e le due radio ufficiali, Radio Deegay e Radio Deejay, che regalano un sottofondo musicale al lungo pomeriggio che precede la serata di inaugurazione del Pride.


Coppie che passeggiano tenendosi per mano, single che si guardano intorno con aria più o meno guardinga e spaesata in cerca magari di un incontro.Giovani, meno giovani, donne, uomini, bambini. Il popolo del primo giorno dell'Europride si propone in tutta la sua varietà agli albori di un evento che ha atteso e dal quale si attendono molto sia come comunità Lgbt sia come cittadini.
Incuranti delle polemiche becere e delle sterili provocazioni di stampo fascista che si sono succedute alla vigilia del Pride ad opera di gruppi di estrema destra. Il Pride c'è e tutta l'attenzione è concentrata sulle fasi iniziali di una manifestazione che vuole aprire una vetrina europea e mondiale sull'Italia e sul mondo Lgbt.


E poi gli eventi. Si apre alle 20 nella area dibatitto con la proiezione del film diretto da Pietro Orsatti dall'emblematico titolo "Domani il Pride. Appunti su un evento che ancora non c'è". Racconto dell'impegno costante dei volontari del circolo Mario Mieli e dei volontari Europride per la preparazione del Pride ma anche un bello spaccato sul mondo lgbt raccontato attraverso le storie e la quotidianità.
A seguire, Claudia Gerini, madrina della manifestazione, dal palco di Piazza Vittorio accanto a Rossana Praitano, presidente del comitato organizzatore Europride 2011 e del circolo Mario Mieli, il presidente di Arcigay, Paolo Patanè, e Rita De Santis, presidente nazionale di Agedo, dà il via ufficiale all'Europride 2011 affermando: "È un piacere per me essere qui. E sono orgogliosa di salire su questo palco con voi. Questo Paese si sta finalmente svegliando dal coma, vuole migliorare e andare verso nuovi orizzonti. Io non vorrei più sentire parlare di minoranze ma di unicità". Un commosso e sentito omaggio all'attrice Franca Valeri, accolta da un lungo applauso, per poi lasciare spazio alla musica. Un esibizione live di Donatella Rettore prima, dj set poi. Signori e signore, che l'Europride 2011 abbia inizio.

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Passione animale

Stop al santuario per la riproduzione delle balene nell'Oceano Atlantico

Il Giappone vince ancora e il summit mondiale in Slovenia vota “no”. «È un’enorme delusione - spiega Kitty  Block di Humane Society International - hanno vinto nuovamente quelle nazioni con un...

Maria Grazia Filippi - avatar Maria Grazia Filippi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077