Domenica, 27 Maggio 2012 11:03

Gli anarchici minacciano le Olimpiadi di Londra

Scritto da

LONDRA - E' allarme sulle Olimpiadi di Londra. Questo almeno secondo quanto riportato oggi dal Mail on Sunday.

Il gruppo anarchico italiano Fai (Federazione Anarchica Informale) infatti, che ha rivendicato la responsabilità dell'attentato all'ad di Ansaldo Nucleare Roberto Adinolfi, minaccia ora una «guerra di bassa intensità» per disturbare le Olimpiadi di Londra 2012. 

Secondo il domenicale britannico, alcuni membri del Fai avrebbero effettuato già la scorsa settimana un'azione di sabotaggio che ha gravemente danneggiato i servizi ferroviari da e per Bristol, mentre già in aprile lo stesso Fai avrebbe danneggiato l'antenna di una stazione di comunicazioni radio della polizia a a Dundry Hill, alla periferia di quella città. La minaccia alle Olimpiadi è contenuta in un comunicato diffuso sul sito 325.nostate e per la polizia appare credibile. «Nel Regno Unito del controllo e l'addomesticamento da orologio noi siamo alcuni dei 'non patriotì che trovano le Olimpiadi 2012, con la relativa esibizione di ricchezza, francamente offensivo. Non abbiamo inibizioni all'uso della guerriglia per danneggiare l'immagine nazionale e paralizzare l'economia in tutti i modi possibili. Perchè, per dirla semplicemente: non vogliamo ricchi turisti, vogliamo la guerra civile».

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]