Venerdì, 29 Marzo 2013 21:02

Lettonia. Alla deriva su due isole di ghiaccio, salve 220 persone

Scritto da

ROMA - Alla deriva su enormi isole di ghiaccio a quattro chilometri dalla coste del Mar Baltico. E' durata tre ore e si è conclusa con un sospiro di sollievo l'epopea dei 220 cittadini lituani a largo del Golfo di Riga, non lontano dall'isola di Vakarbulli. Pescatori, ma anche donne e bambini appassionati della pesca nel ghiaccio.

Tutti sorpresi dalla rottura di due grandi lastroni. Qualcuno, secondo quanto riporta l'agenzia baltica Bns è riuscito a saltare al di là della voragine che si stava aprendo. Gli altri hanno dovuto attendere i soccorsi della marina e dell'esercito. Soccorsi, 20 salvataggi alla volta, resi impervi dalle condizioni meteo:  raffiche di vento fortissime e grosse onde hanno rallentato gli aiuti. Alla fine grazie a elicotteri e navi i militari sono riusciti a scongiurare la tragedia. In particolare, da quanto si apprende, l'episodio maggiore si è verificato a Vakarbulli, a nord della capitale Riga dove sono state 180 le persone che sono rimaste bloccate. Mentre altre 40 sono rimaste coinvolte secondo blocco a Majori, vicino alla nota località balneare di Jurmala. Alcune persone sono state trasferite in ospedale per piccoli episodio di congelamento secondo quanto hanno riportato le radio lettoni. Mentre per la maggior parte degli sfortunati pescatori sono stati medicati sul posto. Tra i fattori che hanno permesso l'incidente l'estensione dei permessi per le attività sportive di pesca oltre tempo. Il Lettonia, infatti,  c'è stata una primavera particolarmente rigida che ha prolungato la permanenza dei ghiacci. Ma proprio lo scorso giovedì, secondo quanto si apprende dalla stampa nordica, le autorità si avevano messo in guardia da simili rischi. Non si tratta comunque del primo episodio.  L'ultimo nel febbraio 2012 quando 900 persone furono tratte in salvo dalla deriva dei ghiacci nel mar di Azov, nel nord del Mar Nero. La pesca su ghiaccio da queste parti è uno sport molto popolare. In Russia così come nelle ex repubbliche sovietiche.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo d…

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo di prova per valutare l’efficacia delle mascherine chirurgiche

Dai laboratori la sperimentazione di un metodo di prova per valutare in maniera fisica l’efficacia e contrastare l’emergenza 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]