Sabato, 18 Maggio 2013 11:46

Cina. Alla Foxconn altri 3 suicidi

Scritto da

PECHINO - Tre dipendenti di un impianto della Foxconn in Cina si sono suicidati nel giro di tre settimane. Lo hanno riferito un'agenzia di stampa ufficiale e China Labour Watch, organizzazione che si batte per difendere gli operai cinesi con sede a New York.

Foxconn è l'azienda taiwanese, con molti stabilimenti in Cina, che produce e assembla iPhone e iPad della Apple e prodotti di altre aziende come Sony, Samsung e Nokia. I tre lavoravano nello stesso impianto a Zhengzhouu, nel centro del paese.

Il primo, un uomo di 24 anni, si è suicidato gettandosi nel vuoto dal suo dormitorio, il 24 aprile. Tre giorni dopo una donna di 23 anni si è lanciata dal sesto piano di un edificio, ha riferito l'agenzia di stampa Xinhua.
Martedì scorso è stato invece un uomo sui trent'anni a suicidarsi gettandosi dal quinto piano di un edificio.
«Le reagioni di questi suicidi non sono chiare», ha commentato oggi in un comunicato l'Ong China Labor Watch. Dal 2010 Foxconn è salita alla ribalta per l'ondata di suicidi (almeno 13) tra gli operai dei suoi stabilimenti, dovuta, secondo gli attivisti, alle dure condizioni di lavoro.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo d…

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo di prova per valutare l’efficacia delle mascherine chirurgiche

Dai laboratori la sperimentazione di un metodo di prova per valutare in maniera fisica l’efficacia e contrastare l’emergenza 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]