Domenica, 17 Novembre 2013 20:31

Filippine. E' emergenza umanitaria. Per l'Onu oltre 10mila morti

Scritto da

ROMA - A dieci giorni dal passaggio del tifone Haiyan, nelle Filippine è emergenza umanitaria. Il bilancio delle vittime è incerto e in continuo aggiornamento e varia a seconda delle fonti: per le Nazioni Unite i morti sarebbero  4.460, mentre il bollettino ufficiale del governo di Manila ne riporta 3621, secondo l’ ONU invece arriverebbero  addirittura a 10.000.

Dunque  se incerti sono i numeri delle vittime, certa è la situazione in cui si ritrovano i sopravvissuti, “spaventosa”, come l’ha definita  il sindaco di Tacloban. Oltre alla mancanza di cibo e acqua, c’è la paura che possa scoppiare un’epidemia a causa dei tantissimi corpi senza vita lungo le strade e sotto le macerie e a causa delle scarsissime condizioni igieniche.  Anche se a rilento, la macchina degli aiuti internazionali, gestita  in gran parte dalle ONG, è in azione. Per i soccorsi  non è stato facile raggiungere le isole, i primi aiuti infatti sono arrivati  solo nella giornata di ieri nelle zone più colpite di Tacloban, Orac, Roxes, Giporlos, Leyte e Samar. Anche la flotta statunitense si è mobilitata, che  giunta al largo delle isole Leyte, ha distribuito 118 tonnellate tra acqua cibo e tende  con gli elicotteri di cui dispone la portaerei Usa George Washington. Il presidente Barak Obama ha fatto sapere che manderà comunque altri aiuti. La Gran Bretagna non sta facendo da meno, infatti ha già stanziato 20 milioni di sterline e ha annunciato che invierà la portaerei più capiente della sua flotta, in grado di trasportare infatti 22 tonnellate di materiale ,e che giungerà nelle Filippine il 24 novembre. Dall’ Italia sono invece partite squadre della Croce rossa italiana e delle ONG  Intersos e Agire che con un aereo cargo hanno distribuito sull’ isola di Cebu beni di prima necessità. Dall’ aeroporto di Pisa è decollato anche un aereo con a bordo tecnici della Protezione Civile. È partito invece ieri sera da Dubai il primo volo incaricato dal Ministro degli Esteri italiano. L’Unicef si è impegnata a soccorrere le zone più colpite ripristinando in parte il servizio idrico e distribuendo materiale per l’igiene a circa 18 mila persone.  

In questi giorni l’Italia  è stata in  apprensione anche per la sorte dei 14 italiani che vivevano nelle Filippine, ma è di questa mattina la notizia annunciata dal Ministro degli Esteri, Emma Bonino ,che è stata ritrovata morta una donna italiana. Sono però ancora due i connazionali dispersi, gli altri di cui non si avevano notizie invece sono stati contattati.  

Anche in Vietnam  il tifone Haiyan, che seppur  giunto con una  potenza minore, ha fatto delle vittime, per ora se ne contano 28, ma il numero potrebbe salire; sono invece 80.000 gli sfollati.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]