Venerdì, 27 Dicembre 2013 17:57

Beirut, attentato uccide ex ministro di Hariri

Scritto da

Un altro gravissimo attentato stamattina a Beirut ha riproposto l’estensione della guerra siriana al territorio Libanese, ossia la destabilizzazione del Libano .

Chiaramente l’obiettivo è politico : la vittima designata è stata l’ex ministro delle finanze  Mohammed Shatah , strettissimo collaboratore dell’ex premier Saad al Hariri ( capo della coalizione del “14 marzo” la quale  si oppone al regime siriano di Hassad che è attualmente all’opposizione in Libano ). Shatah leader dell’opposizione parlamentare vicina all’Arabia Saudita  e ostile agli Hezbollah, aveva ricoperto la carica di ambasciatore libanese negli Stati uniti e consigliere dell’ex premier Fouad Siniora . La vittima ultimamente era stata incaricata di gestire le relazioni politiche con i media Beirut per conto di Hariri ( residente all’estero per timore di essere ucciso nel suo paese). Poco prima di morire l’ex ministro aveva pubblicato su Twitter un duro commento contro il regime siriano e degli Hezbollah ,alleati dell’Iran . La vittima è morta mentre si trovava in macchina con la sua guardia del corpo ,diretto ad una riunione della coalizione dell’opposizione parlamentare. L’autobomba è esplosa stamani  intorno alle 9.40 locali in piazza Starco ( centro turistico – finanziario di Beirut). Il bilancio è di 5 morti e 70 feriti. La tv mostra l’immensa distesa delle schegge dovuta esplosione, ambulanze  che si rincorrono freneticamente, la grande coltre di fumo che si leva sopra i palazzi ,corpi in fiamme e carcasse di auto nelle strade limitrofe al luogo dell’attentato. Bisogna ricordare che questo è solo l’ultimo di una lunga catena di altrettanti gravissimi attentati che hanno avuto diversi obiettivi : tre settimane fa era stato ucciso un altro esponente dell’Hezbollah e il 19 novembre due attentatori suicidi su un’autobomba avevano fatto saltare l’ambasciata iraniana a Beirut uccidendo venticinque persone tra cui l’addetto culturale iraniano più un centinaio di feriti.

Gianluca Petracca

Laboratorio Giornalismo Università Tor Vergata

www.dazebaonews.it

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]