Giovedì, 15 Maggio 2014 08:43

Caos in Vietnam contro la Cina. Attaccata impianto a Taiwan. 1 morto e 100 feriti

Scritto da

TAIPEI - Non si placano le proteste dei vietnamiti, rabbiosi per la decisione di Pechino di installare una piattaforma petrolifera vicino alle isole Paracel, contese con il Vietnam. I disordini si stanno allargando a tutto il Paese, retto da un autoritario regime comunista; e nelle ultime ore migliaia di persone hanno attaccato e dato alle fiamme un enorme impianto siderurgico appartenente al Formosa Plastics Group, un'azienda di Taiwan.

Almeno un cinese è morto; e, secondo fonti diplomatiche di Taiwan, un centinaio di cinesi sono rimasti feriti nell'attacco all'impianto situato nella provincia di Ha Tinh e che, quando sarà completato nel 2017, sarà il più grande per la produzione di acciaio nel sud-est asiatico. Ma le proteste stanno avvenendo nelle principali città vietnamite: in 22 delle 63 province, ha reso noto il governo vietnamiti che ha chiesto «misure dure» per riportare la situazione sotto controllo prima che gli investitori stranieri allarmati lascino il Paese. 

Gli ultimi disordini sono scoppiati in un'acciaieria di proprietà taiwanese nel distretto industriale della provincia centrale di Ha Tinh, a circa 50km da Hanoi (i vietnamiti non distinguono i cinesi dai taiwanesi). «Nel caos, un operaio cinese è rimasto ucciso», ha riferito una fonte dell'amministrazione vietnamita a Ha Tinh, Dang Quoc Khanh. Secondo quanto riferito dall'aziende, gli operai vietnamiti dell'impianto prima hanno cercato di provocare i colleghi cinesi, poi li hanno attaccati e infine hanno appiccato il fuoco a molte strutture dell'impianto. I rivoltosi si sono allontanati solo nella tarda serata locale. Un medico al pronto soccorso dell'ospedale di Ha Tinh ha confermato che il personale medico è stato chiamato a soccorrere molti pazienti cinesi, con lesioni e ferite. 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

“Scusa la domanda principe della peste: dove te ne vai adesso?”Con questa domanda nel 1958 Mao Zedong concludeva una delle sue poesie, intitolata “Addio al dio della peste”.  Attraverso versi...

Carlotta Pompei - avatar Carlotta Pompei

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Takis, azienda italiana di Castel Romano, è l'unica in Italia e la prima in Europa pronta a testare il suo vaccino Covid-19 su modelli  

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]