Martedì, 01 Luglio 2014 09:26

Francia. Inchiesta intercettazioni, Sarkozy in stato di fermo

Scritto da

PARIGI - L'ex presidente della Repubblica francese, Nicolas Sarkozy, è stato interrogato stamane dalla polizia e messo in stato di fermo, secondo una fonte giudiziaria dell'agenzia Afp.  Dal 26 febbraio, Sarkozy è al centro di un'inchiesta giudiziaria che si occupa di intercettazioni e violazione del segreto istruttorio.

Sarkozy era arrivato stamane presso l'ufficio centrale di lotta contro la corruzione e le infrazioni finanziarie e fiscali della polizia giudiziaria di Nanterre per essere interrogato. Il fermo, il cosiddetto regime di 'garde a vuè, è una misura assolutamente inedita contro un ex inquilino dell'Eliseo.  Gli inquirenti possono trattenere Sarkozy per 24 ore, con la possibilità eventuale di estendere il fermo per un'altra giornata.  La polizia giudiziaria sta cercando di capire se l'ex capo di Stato e il suo entourage crearono una 'retè di informatori per essere aggiornati sull'evoluzione dei processi giudiziari che minacciavano Sarkò, nell'epoca in cui fu capo di Stato tra il 2007 e il 2012.

 Sarkozy, che si è presentato volontariamente negli uffici giudiziari, è arrivato nella sede della polizia poco dopo le 8, ora locale.  Ieri, i magistrati avevano fermato il suo avvocato, Thierry Herzog, e due alti magistrati di Cassazione, Gilbert Azibert e Patrick Sassoust, che rimangono tutti in stato di fermo provvisorio. Il sospetto è che Azibert, vicino all'entourage dell'ex presidente, ricevesse 'soffiatè da parte di informatori nel Tribunale Supremo sull'andamento dell'inchiesta riguardante il presunto finanziamento illegale della campagna elettorale che portò Sarkozy al palazzo dell'Eliseo, nel 2007. L'ipotesi degli inquirenti è che l'avvocato di Sarkozy avesse promesso in cambio al magistrato l'aiuto per un posto nell'amministrazione a cui lui teneva. Sarkozy sarebbe stato anche informato che il suo cellulare era stato messo sotto controllo dai giudici.  L'inchiesta cosiddetta 'des ecoutes', delle intercettazioni, è quella che cerca di chiarire se l'allora capo dell'Ump ricevette finanziamenti illegali durante la campagna presidenziale da parte della milionaria ereditiera  dell'impero della cosmesi L'Oreal, Liliane Bettencourt, e da parte dell'allora dittatore libico, Muammar Gheddafi. La vicenda potrebbe essere devastante per le speranze di Sarkozy di tornare sulla scena politica in tempo per la prossima campagna elettorale presidenziale nel 2017.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]