Mercoledì, 30 Luglio 2014 17:34

Sanzioni a Mosca. Per gli analisti l’economia russa sarà penalizzata. IL VIDEO

Scritto da

 

MOSCA - La Russia risorgerà più forte di prima, la sua economia non sarà intaccata. È la reazione delle autorità di Mosca alle nuove sanzioni imposte da Usa e Ue alla Russia per il suo sostegno ai separatisti nell’est dell’Ucraina. Stop all’acquisto di titoli delle 3 banche di Stato russe, embargo delle armi e stop alla vendita di tecnologia.

Gli analisti hanno tutt’altra idea: “La guerra fredda economica con la Russia sta diventando sempre piu calda. Ha effetti pesanti, specie perchè la Russia entrerà in recessione se si va avanti cosi. Sono tre i settori principali colpiti: capitali, high-tech e armamenti. Il Paese entrerà in recessione. E anche l’Europa ne risentirà, specialmente la Germania che lì ha investito molto.” Questa è l’opinione di Robert Halver, analista di mercato tedesco. A pagare quindi sarà anche l’Europa: l’impatto delle misure, non retroattive e valide per 12 mesi, costerà all’Ue 40 miliardi per il 2014 e 75 miliardi per il 2015. 98 miliardi in totale è quanto costerà invece a Mosca.

 

 

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

L’edificio sarà anche sede del Polo di Specializzazione Microinquinanti di Arpa Puglia, eccellenza nella determinazione dei composti organici persistenti (POP), e in particolar modo di PCB, diossine e IPA, in...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]